News

Il Real mette la freccia: domani a Vigo per prendersi la Liga

E’ la notte della verità. Domani sera alle 21 all’Estadio Balaidos di Vigo, il Real Madrid si gioca il primo grande appuntamento della sua stagione. C’è infatti in programma il recupero con il Celta non disputato a febbraio per un “tornado” abbattutosi sulla città che ha scoperchiato le tribune dello stadio. Partita fondamentale con Real e Barcellona appaiate in testa alla classifica. Va da sè quindi l’importanza di questa sfida che il Madrid vuole vincere per portarsi a più tre prima dell’ultima giornata di domenica, con il Real impegnato nella non facile trasferta di Malaga mentre il Barça affronterà in casa l’Eibar. Real concentrato. Marca di questa mattina titola a tutta pagina: “Il Real Madrid arriva a Vigo come una burrasca”. “Cristiano Ronaldo comanda il gruppo con 11 reti in 9 partite ad aprile. Zidane mette da parte il turnover: si giocherà Liga e Champions con l’undici del Calderon”. Ed eccolo Zinedine Zidane, teso come non mai. “Siamo pronti, consapevoli che in tre partite ci giochiamo la nostra stagione. Domani e domenica contro Celta e Malaga c’è il palio la Liga che vogliamo riportare a casa. Fisicamene stiamo bene, vediamo in campo. Siamo concentrati su questa sfida e non penso a un Celta che si tirerà indietro. Loro giocheranno da professionisti come hanno sempre fatto e poi quando affronti la capolista, nessuno viole fare brutta figura. Troveremo un ambiente difficile, ma non abbiano alternative, dobbiamo solo pensare a vincere per arrivare avanti prima dell’ultima gara di Malaga. Penso positivo e penso solo a questa gara”. Nessun turnover a Vigo, stante l’infortunio di Carvajal e Bale che pure stanno lavorando per recuperare per la finale di Cardiff. Domani a Vigo out anche Nacho squalificato, il che significa che Zidane si affiderà a Navas tra i pali, difesa a quattro con Danilo, Varane, Sergio Ramos e Marcelo, in mezzo Casemiro, Kroos e Modric e davanti Isco, Benzema e Cristiano Ronaldo. Con la batteria al completo per sfondare il muro del Celta e mettere le mani su mezza Liga. Poi servirà l’ultimo sforzo a Malaga per tornare a conquistare il titolo di Spagna che manca dal 2012. Con il Barcellona domani incollato davanti alla tv a tifare Celta sperando in un colpo dei galiziani. Ma il Real è determinato, deciso a prendersi la corona. A tutti i costi.

Mas. Cic.

error: Content is protected !!
P