News

Inter-Milan, chi si ferma è perduto

Ed eccolo, il tanto atteso primo derby cinese è arrivato e andrà in scena domani alle 12.30, per la prima volta, proprio per favorire la visibilità in asia. Parola al campo dunque con una stracittadina che non mette più in palio scudetti o finali di Champions, ma che comunque non perde mai di fascino.
I nerazzurri vivono il peggior momento della gestione Pioli con le dolenti sconfitte con il Crotone e la Samp e il successivo sorpasso da parte proprio dei cugini. La panchina dell’allenator emiliano, già traballante durante l’incredibilmente cavalcata degli ultimi mesi, oggi sembra ancor più cocente, anche se un’eventuale vittoria rovescerebbe di nuovo la classifica e di conseguenza la sua posizione. Pioli ritrova Gagliardini in mezzo al campo, con lo slittamento arretrato per Medel, mentre Jaoa Mario dovrebbe vincere il solito duello con Banega per il ruolo da trequartista. Davanti spazio sempre a capitan Icardi alla ricerca del primo goal in carriera ai rossoneri.
Situazione opposta invece in casa dove Milan dove l’entusiasmo è alle stelle non solo a seguito del closing, ma anche al sorpasso sui nerazzurri e alla roboante vittoria di domenica scorsa con il Palermo. A preoccupare Montella è soprattutto l’eventuale distrazione che gli ultimi eventi societari possano aver arrecato ai giocatori, infatti oltre alla vittoria del derby sono in palio punti preziosi per la corsa all’Europa League. L’allenatore rossonero dovrebbe confermare la coppia Romagnoli-Zapata in difesa (con nuova panchina per Paletta), mentre è alle prese con l’emergenza a centrocampo. I tanti infortuni e la squalifica di Pasalic obbligano l’allenatore campano a scegliere o Mati Fernandez come mezz’ala sinistra o modificare l’assetto del centrocampo utilizzando il doppio regista Sosa-Locatelli. Davanti pochi dubbi con il tridente Suso-Deulofeu-Bacca pronto nuovamente a dare spettacolo.

Vittorio Maria di Pietro

error: Content is protected !!
P