News

Serie B. Passi falsi di Empoli e Crotone, il Benevento va in fuga

Maurizio Spreghini

Il Benevento va in fuga, ci pensa Armenteros a piegare il Perugia e portare a tre i punti di vantaggio sulle inseguitrici Crotone e Empoli. I calabresi sono fermati sul pari dal Pisa, i toscani non vanno oltre l’uno a uno con la Cremonese. Passo falso della Salernitana che il laguna rimane vittima del Venezia, cosi come il Pescara che in casa si fa fermare dallo Spezia. In coda rimane a guardare tutti dal basso il solo Livorno, di misura la sconfitta a Frosinone, mentre fa un notevole passo in avanti lo Juve Stabia che a Castellamare di Stabia sconfigge il Pordenone con un secco quattro a due.

Il Benevento fa suo il big match di giornata con il Perugia e allunga sulle inseguitrici  in testa alla classifica. Basta il gol al ventesimo di Armenteros per sedare ogni dubbio, poi i campani reggono al ritorno degli umbri, anche dopo essere rimasti in dieci ad avvio di ripresa, con il forcing del Perugia che non darà nessun risultato. Empoli e Crotone perdono terreno dopo i due pareggi con Cremonese e Pisa. E’ un colpo gobbo quello dei grigiorossi al Castellani, vanno sotto dopo un bolide di Stulac nel primo tempo poi rimediano ad inizio ripresa grazie a Soddimo. L’Empoli va all’arrembaggio ma resistono gli uomini del neo tecnico Baroni. Il Crotone è invece fermato al romeo Anconetani da un ottimo Pisa, un pareggio sostanzialmente giusto con De Vitis che apre per i locali nella prima frazione e Golemic, alla mezz’ora della ripresa, riporta i suoi sul pari. Si ferma la marcia dell’Ascoli a Verona,  con i veneti che risalgono in classific a esi mettono all’inseguimento delle battistrada. Ci pensano Meggiorini nel primo tempo e Vignato, con un Ascoli in dieci per tutta la ripresa, a fine gara. La Salernitana di Ventura cade pesantemente al Penzo ad opera del  Venezia di Dionisi, ci pensa l’ex Bocalon a gelare gli oltre mille tifosi accorsi dalla Campania.  Sorride finalmente Nesta e il suo Frosinone, basta Ciano dagli undici metri, ad inizio ripresa Dionisi invece si era fatto ipnotizzare da Zima,  a regalargli i tre punti e regolare un ottimo Livorno. Lo Spezia in rimonta passa all’Adriatico e apre ufficialmente la crisi del Pescara. Machin illude, Bartolomei e Gudjohnsen la chiude. In fondo alla classifica colpaccio dello Juve Stabia che per quattro a due si sbarazza del Pordenone.  E’ un poker confezionato nella prima frazione grazie a  Mezavilla, Forte, Calvano e Canotto, Mirusaca per il Pordenone aveva siglato il momentaneo uno a uno. Nella ripresa un’autorete di Calò   serve solo a limitare a limitare i danni per i neroverdi.  Il Trapani colleziona un ottimo punto a Chiavari, sono De Luca per l’Entella e Taugourdeau per i siciliani ad andare sul tabellino marcatori.

error: Content is protected !!
P