News

Napoli in crescita: 5-0 al Feralpi Saló

Francesco Raiola

Torna in campo il Napoli di Ancelotti al secondo test stagionale dopo la prima amichevole di sabato scorso contro il Benevento, vinta dagli uomini di Pippo Inzaghi nel finale,quando però il Napoli aveva in campo quasi tutta la primavera. Test con peso diverso con avversario la Feralpi Salò, club ambizioso di Serie C, allenata da Damiano Zenoni. Conferma il 4-2-3-1Ancelotti, costretto a schierare tra i pali il giovane Contini, reduce dal prestito al Siena, con Di Lorenzo e Mario Rui esterni, con Maksimovic e Manolas al suo esordio con la maglia azzurra. Interni di centrocampo Gaetano e Zielinski, batteria di trequartisti formata da Callejon, Younes ed Insigne dietro Mertens punta centrale.

Napoli subito aggressivo e passano appena cinque minuti e sugli sviluppi di un calcio piazzato, arriva il gol del giocatore più atteso, Manolas, che di testa incorna su cross perfetto di Mario Rui. Napoli che gioca sul velluto, con il giovane Gaetano che si mette bene in luce nel gioco del Napoli, andando anche vicino al goal con un paio di conclusioni da fuori. Calano nella seconda metà del primo tempo i ritmi azzurri, inevitabilmente, e la Feralpi Salò si fa vedere con Ferretti che approfitta di Maksimovic in ritardo, ma Contini salva di piedi sulla conclusione a botta sicura. Bella la risposta del Napoli, con Mertens che da fuori area sfiora il palo. Ultima emozione di un primo tempo ovviamente dominato dagli azzurri. Nell’intervallo ovvia girandola di sostituzioni per Ancelotti che cambia tutta la difesa con Malcuit, Luperto, Tonelli  e Hysaj, mentre in avanti spazio a Verdi per Younes, ancora in ombra come contro il Benevento. Ed è proprio Verdi che raddoppia per il Napoli dopo pochi minuti servito da Insigne con una conclusione precisa che beffa il portiere lombardo. Azzurri che trovano subito dopo il terzo goal, ancora di testa e ancora con un difensore, con Tonelli, cercato dal Lecce, che insacca sugli sviluppi di un corner. Al quarto d’ora dentro Palmiero a centrocampo per Zielinski, e pochi minuti dopo ancora in goal il Napoli che dilaga con Verdi, che infila per la seconda volta De Lucia ancora su assist di Insigne. Spazio anche per Tutino che rileva Callejon e per il giovane portiere polacco Idasiak, classe 2002, che prende il posto di Contini.  Gloria nel finale anche per Gennaro Tutino che trova la gioia personale per il quinto goal azzurro con una bella conclusione precisa dopo un dribbling secco in area sul marcatore diretto.
Vittoria netta e tranquilla degli uomini di Ancelotti che mettono minuti importanti nelle gambe con Manolas protagonista del primo goal azzurro e riflettori anche sugli altri marcatori azzurri, come Verdi, Tonelli e Tutino, tutti sul mercato.  Gongola così Aurelio De Laurentiis, attendista sul mercato, ma sicuro di sé.  James Rodriguez è sempre l’obiettivo numero uno di Ancelotti e in settimana si attende la svolta che porterà el Bandito alla corte di Re Carlo, senza dimenticare la caccia alla prima punta, con Pepè e Icardi in pole position per affiancare Milik come centravanti del Napoli.  Mercoledi prossimo ultima amichevole a Dimaro per gli azzurri che sfideranno l’ambiziosa Cremonese di Massimo Rastelli.
error: Content is protected !!
P