News

Liverpool riparte. Klopp carica i Reds: “Dovremo essere bravi a migliorarci”

Giorgio Capodaglio

BIRKENHEAD (Inghilterra) Il Liverpool di Jürgen Klopp è tornato in campo ieri sera per la prima volta dopo il trionfo di Madrid. La squadra campione d’Europa si è imposta per 6-0 a Prenton Park sul Tranmere. Al termine del match l’allenatore tedesco ha parlato con i media presenti, tra i quali anche noi di footballpress. A fondo pagina potere trovare il video con l’intervista originale, mentre qui avete una traduzione di quanto affermato dal tecnico tedesco.

Nel corso dell’estate il Liverpool aggiungerà calciatori che potranno avere un impatto in prima squadra?

«Abbiamo già inserito dei nuovi giocatori, solo voi non l’avete ancora realizzato. Per esempio Brewster e Chamberlain non hanno giocato nella passata stagione, tutti i giovani in campo oggi in campo sono dei nuovi giocatori per noi, è una cosa buona. Il calciomercato è aperto e non so nemmeno esattamente quando finisce, ok l’8 agosto. L’intera Europa aveva avuto l’idea di chiudere il mercato prima, ma l’Inghilterra è l’unico paese che alla fine l’ha fatto, quindi finiremo tre o quattro settimane prima degli altri, quindi vedremo cosa faremo ma non credo che sarà (per noi, ndr) il più grande calciomercato di tutti i tempi». 

Essere campioni d’Europa ha fatto la differenza nei calciatori?

«I giocatori devono essere felici di quello che hanno fatto e prendere maggior fiducia da questo, ma non pensiamo ventiquattro ore al giorno alla Champions vinta. L’abbiamo vinta cinque settimane fa e ho avuto una bellissima estate, la migliore, perché la gente, quando voleva farsi una foto con me, non mi diceva “mi dispiace per te”, cosa che erano soliti dirmi negli ultimi cinque anni. È stata veramente migliore e per i giocatori è stato lo stesso. Ma ora siamo qui. Si, abbiamo fatto il passo successivo. Stasera sembrava fossimo tutti veramente fiduciosi, mi piace molto. Forse ha qualcosa a che fare con il fatto che abbiamo vinto la Champions League ma durante la stagione dovremo scendere in campo per vincere qualcosa di nuovo e non possiamo sempre guardare indietro». 

Il fatto che siate arrivati così vicino alla vittoria del campionato, vi darà ancora maggiori motivazioni quest’anno?

«Vogliamo giocare la miglior stagione possibile come volevamo farlo già lo scorso anno, non ho idea a cosa questo porterà anche per quello che accadrà alle altre squadre, cosa faranno Manchester United, Chelsea, Tottenham, sarà una nuova stagione e dovremo essere pronti. Guardando questa sera sono veramente felice riguardo la partita, ma sarà una pre season difficile per noi. Sadio Mane è in semifinale di Coppa d’Africa, significa che avrà certamente altre due partite e tornerà tardi. I brasiliani hanno finalmente concluso la loro stagione di trenta mesi, così come Mo (Salah, ndr), e torneranno, ma non avremo una preparazione insieme, avremo soltanto una settimana prima del via delle partite ufficiali. Questa sera sembra che possiamo trovare alcune soluzioni. La passata stagione rappresenta per noi un buon segnale, ci ha mostrato che possiamo ottenere risultati, ma dovremo essere altrettanto bravi e, nel migliore dei casi, fare maglio. Vedremo quale sarà il risultato». 

Van Den Berg farà parte della prima squadra in questa stagione? 

«Dipende. Io apro la porta ma i ragazzi devono entrarci. Lui è certamente un giocatore straordinario, ma per le regole della FIFA al momento non è a disposizione. In ogni caso abbiamo altri buoni giocatori. Lui pensava che il suo futuro dovesse essere qui e io pensavo lo stesso, così ora è qui e iniziamo a lavorare insieme. Ha 17 anni e quando lo guardi dimentichi costantemente questa cosa, ma ha sempre 17 anni quindi c’è molto da imparare. La buona cosa è che ha molto tempo per farlo, quindi ogni cosa andrà per il meglio.»

Perché vuoi minimizzare la prestazione di Brewster?

Perché dovrei minimizzarla? Semplicemente non voglio parlare, dopo un match come questo, del ragazzo che ha segnato due gol, come accade sempre nel calcio, “Oh, è così forte, ha segnato due gol”. Ho visto veramente una buona partita, Rhian è un giocatore fantastico, questa è l’unica cosa di cui voglio parlare. Possiamo parlare di Rhian, nessun problema, io non voglio minimizzare lui o la sua prestazione».

Potrebbe essere una stagione importante per Brewster?

«Al cento per cento ma anche in questo caso dipende da lui. Divock Origi resta, ovviamente questa è una buona notizia; Bobby Firmino è ancora lì; Rhian Brewster è un attaccante top, un grande talento, sono veramente felice di lui. L’ho già detto a lui, avrà un ruolo importante in questa stagione. Ma quanto importante? Di nuovo, dipende da lui e vedremo. Deve giocare in diverse posizioni anche perché al centro è ok, ala penso sia possibile, e quindi vedremo come possiamo schierarlo. Ci saranno opportunità per lui, ne sono veramente sicuro». 

 

L’intervista video con il tecnico del Liverpool Jurgen Klopp

Servizio di Giorgio Capodaglio

 

error: Content is protected !!
P