News

Il Napoli espugna Ferrara: con la Spal decide Mario Rui

Francesco Raiola

Terza vittoria consecutiva del Napoli che espugna Ferrara dopo una partita intensa e combattuta. Prime reti stagionali per Allan e Mario Rui decisivi nella vittoria di misura contro una SPAL mai doma , fermata più volte da un Meret strepitoso, dopo il provvisorio pareggio di Petagna su rigore.

Clima inglese in uno degli stadi più brittanici di Italia il Paolo Mazza in un match che ha poco da dire per le sorti del campionato, ma che per questo non si annuncia meno spettacolare. Ampio turnover anche obbligato per Ancelotti, che schiera Meret, ex di turno tra i pali, in difesa turnover con Malcuit e Mario Rui sulle fasce, mentre nuova chance importante da titolare per Luperto a fianco di Koulibaly. A centrocampo Callejon, con Fabiàn Ruiz e Allan con Younes largo a sinistra,  mentre in attacco per l’assenza contemporanea di Insigne e Mertens, coppia polacca con Zielinski in appoggio a Milik. Scelte confermate per Semplici con il suo 3-5-2, con Cionek preferito a Felipe, nel terzetto con Bonifazi e Vicari, mentre a centrocampo non recupera Kurtic, con Valoti titolare insieme a Missiroli e Murgia, esterni Lazzari e Fares. Coppia di centravanti pesanti composta da Floccari e Petagna.

Ritmi subito alti impressi dal Napoli e dopo cinque minuti Milik è subito pericoloso su assist di Zielinski colpisce di sinistro il palo ( ventisettesimo legno stagionale per il Napoli, un record!), ci riprova sulla ribattuta ma Viviano salva in angolo. Pochi minuti e ancora Milik spreca di testa in ottima posizione. Pericolosa la SPAL poco dopo, con errore di Fabiàn Ruiz con Petagna tutto solo davanti a Meret, ma Koulibaly salva tutto in scivolata regolarmente. Ancora Napoli pericolosissimo prima con Fabiàn Ruiz da fuori, con tiro deviato in angolo  e poi sul successivo corner Bonifazi anticipa di un soffio Milik pronto ad appoggiare in rete. Alla mezz’ora cambio obbligato per Semplici: fuori Missiroli dolorante per una botta al torace, dentro Schiattarella. Clamorosa occasione per il Napoli poco dopo con Younes che dopo un uno-due con Zielinski mette a sedere mezza difesa della SPAL ma poi spreca tirando fuori. Ci prova anche Callejon da fuori, ma il tiro è di poco fuori. È l’ultima occasione di un primo tempo dominato da un Napoli sfortunato e sprecone.
Il Calcio Napoli è offerto dal Ristorante Casina Casina, via Litoranea 23/b a Torre del Greco
Inizio di secondo tempo sempre con il Napoli all’assalto e dopo pochi minuti arriva il gol del meritato vantaggio grazie ad Allan, al primo gol stagionale, che con un bel tiro a giro su assist di Younes batte un incolpevole Viviano. Prova a reagire la SPAL ma l’unico problema che causa agli azzurri è un giallo per Mario Rui. Ammonito poco dopo anche Cionek per fallo prolungato su Malcuit. Primo cambio nel Napoli con Verdi che sostituisce un buon Younes, con Zielinski che va a sinistra, con l’ex bolognese in appoggio a Milik. Ammonito anche Fares che ferma Malcuit in velocità. Pericoloso ancora il Napoli prima con Fabiàn Ruiz di testa su corner e poi con Malcuit ma in entrambe  le occasioni,  Viviano salva in angolo. Prova ad osare Semplici nell’ultimo quarto d’ora con l’ingresso di Antenucci per Valoti. Grande occasione subito per la SPAL causata da un grave errore di Meret che appoggia a Fabiàn Ruiz pressato al limite dell’area, che perde palla con Floccari che tira a botta sicura ma Meret para e rimedia al suo errore. Prende coraggio la SPAL  e Antenucci ci prova da lontano ma la conclusione è alta sulla traversa. Nel finale si sveglia la SPAL e Meret si esalta su Floccari che di testa svetta tra Malcuit e Koulibaly. All’82’ Abbattista decreta il rigore per la SPAL: errore di Luperto che aggancia Floccari, Petagna batte Meret che aveva comunque toccato il pallone. Cambia Ancelotti che inserisce Ghoulam per Zielinski, con Mario Rui che si sposta più avanti. Ed è proprio il portoghese che a due minuti dalla fine riporta il Napoli in vantaggio con una bella conclusione in area dopo uno scambio stretto con Callejon. Tenta il tutto per tutto Semplici che butta dentro Jankovic per Cionek. Minuti finali per il giovane Gaetano al posto di Callejon. Ed è ancora decisivo Meret al 91′ che salva su azione confusa nell’area del Napoli prima su Jankovic e poi su Antenucci. È l’ultima emozione di un match vibrante che vede così il Napoli salire a 76 punti in classifica, mentre per la SPAL esce fra gli applausi del Mazza.  Migliori in campo nel Napoli Meret e Callejon, nella SPAL la scossa di Antenucci nella ripresa non è bastata.
error: Content is protected !!
P