News

Pioli carica la Fiorentina: “Con la Spal voglio il massimo”

Domenica alle 12,30, la Fiorentina affronterà al Paolo Mazza la Spal. Un match di notevole importanza che può rappresentare la definitiva svolta per la squadra Viola. Dopo il pari strappato con il Napoli grazie ad una prestazione di cuore e di grande determinazione, i toscani puntano ai tre punti sia per il rilancio in zona Europa in campionato, sia per arrivare nel migliore dei modi alla semifinali di Coppa Italia con l’Atalanta. Stefano Pioli in conferenza è stato diretto ed ha ammonito i suoi. “La squadra ha valori importanti ma dobbiamo dare continuità. In questo periodo i punti peseranno ancora di più. Abbiamo dimostrato di saper far bene anche con squadre più forti di noi sulla carta. A Ferrara sarà una trasferta complicata. La Spal non vince in casa da un pò ma non perde da sei partite”.

L’assenza di Pezzella- “Senza Pezzella perdiamo il leader della squadra. E’ difficile sostituire un giocatore come lui e non solo a livello tecnico. E’ un punto di riferimento in campo e per sopperire alla sua assenza dobbiamo dare tutti qualcosa in più”.

La fascia di capitano a Chiesa- “Lo scorso anno non era ancora pronto ora invece reputo che può essere un bel capitano. Può ricoprire questo ruolo perché ha la giusta responsabilità ma anche la giusta leggerezza. E’ cresciuto tanto deve continuare così”.

L’undici titolare contro la Spal- “La squadra è in salute e questo è un vantaggio. Abbiamo recuperato Laurini e Vitor Hugo si è allenato bene. I titolari? Molto dipenderà dal lavoro difensivo che chiederò a Chiesa ma sicuramente ci sarà il tridente. Mirallas può farcela per l’Atalanta ma con l’infortuni muscolari bisogna andarci calmi con le valutazioni”.

La semifinale di Coppa Italia- “Ora c’è la Spal e la prossima settima l’Inter. Dopo la sfida con i nerazzurri parleremo della Coppa Italia perché è un nostro obiettivo. La prossima settimana ci saranno tre sfide importanti ed intense e l’unico modo per arrivarci con lo spirito giusto è far bene a Ferrara. Non c’è stato un trattamento equo tra noi e l’Atalanta e non sono contento ma ci faremo trovare pronti all’appuntamento. Siamo giovani e recupereremo, di questo tema non voglio più parlare”.

error: Content is protected !!
P