News

Serie B. Trappola Salerno per il Verona: le inseguitrici sperano

Maurizio Spreghini

Sesta stagionale frammentata per i cadetti, con le gare che sono spalmate tra oggi e lunedì sera. Tutti alla rincorsa del Verona, subito dietro  Pescara e Benevento a sperare in un passo falso degli scaligeri. Nelle retrovie Livorno e Foggia cercheranno di uscire dalle sabbie mobili della zona retrocessione. Apre il palinsesto questa sera il Crotone che alle 21 attende il Brescia. Domani alle ore 15 si continua con Spezia-Carpi e Lecce-Cittadella, mentre nel pomeriggio alle 18 si giocheranno Salernitana-Verona e Venezia-Livorno. Il terzo atto domenica pomeriggio alle 15 con Ascoli-Cremonese e Cosenza-Perugia, mentre in serata si sfideranno Benevento e Foggia. Si chiude la quattro giorni di gare lunedì, quando andrà in scena il posticipo serale Padova-Pescara. Iniziamo da oggi e  dalla sfida tra Crotone e Brescia. La cura Corini per il Brescia sembra aver dato i suoi frutti: quattro i punti in due gare del tecnico, che si presenta a Crotone da outsider per decollare definitivamente nella zona playoff. Il Crotone  viene invece da due sconfitte consecutive, prima Verona e poi Pescara, con una gara che per Stroppa diventa di fondamentale importanza. Lo Spezia che nelle ultime due gare ha deciso la classifica a favore degli scaligeri, battendo l’ex capolista Cittadella e soccombendo poi con il Verona, attende il Carpi. Formazione quella emiliana che viene invece da due gare in cui ha incassato quattro punti, pareggio col Brescia e vittoria con il Perugia nell’infrasettimanale. Lecce e Cittadella di sabato è invece una gara per la risalita. La partenza sprint del Cittadella aveva stupito tutti e tornare lassù a ridosso del podio sarà complicato, visto che di fronte troverà un Lecce in salute e in serie positiva da due gare. La capolista Verona sarà domani di scena a Salerno, vincere vorrà dire mantenere tutti dietro anche se, visto il ruolino di marcia della Salernitana in casa, non sarà poi così semplice. Livorno calcistica spera in una rinascita a Venezia, dopo lo scioccante tre a zero casalingo con il Lecce, un avvio da dimenticare visto il solo punto guadagnato,  mister Lucarelli avrà i suoi grattacapi per uscire indenne dal Pier Luigi Penzo. Al Del Duca domenica pomeriggio si incontreranno Ascoli e Cremonese, con gli ospiti imbattuti fino ad ora e capaci di fermare sul pari Pescara e Palermo, mentre i padroni di casa cercheranno di far valere quanto di buono fatto fino ad ora tra le mura amiche, in cui tra l’altro hanno battuto il Lecce. Cosenza e Perugia invece al San Vito il compito di chiudere gli incontri pomeridiani della domenica. Sfida di bassa classifica dove ogni punto conquistato sarà fondamentale poi in chiave salvezza. Il Benevento contro il Foggia a chiudere la domenica dei cadetti. Il Foggia è reduce dalla boccata d’ossigeno con il Padova, tre punti che assottigliano la penalizzazione giunta ora a meno due, mentre il Benevento con una in meno rispetto alle battistrada Verona e Pescara è lanciato verso la vetta e, con la terza posizione ben salda tra le mani, ha più che un pensiero al sorpasso. Posticipo della sesta giornata sarà Padova-Pescara. All’Euganeo il Pescara di Pillon arriverà conoscendo già i risultati di Verona e Benevento, potrebbe essere un input in più contro un avversario che al momento staziona a ridosso della zona retrocessione.

error: Content is protected !!
P