News

Gruppo B. La Spagna chiede strada all’Iran

Francesco Raiola

Torna in campo il girone B domani e in serata, dopo la sfida del pomeriggio tra Portogallo e Marocco, si sfidano due formazioni che nessuno avrebbe mai immaginato di vedere in questa posizione in classifica dopo la prima giornata, con l’Iran in testa e la Spagna ad inseguire con un punto. Ma questo è il Mondiale delle sorprese finora, e chissà se non ne arriveranno altre. Prima volta nella storia che si affrontano le due Nazionali. L’Iran non ha mai vinto contro una squadra europea in un Mondiale mentre la Spagna è uscita battuta solo una volta contro una squadra asiatica,  la Corea del Sud,  seppur ai rigori, nel 2002. I risultati della prima giornata rendono quanto mai incerti i rapporti di forza all’interno del girone B, e fondamentale sarà anche l’andamento della gara pomeridiana, quando scenderà in campo Cristiano Ronaldo contro il Marocco.  Ovviamente abissale la differenza tecnica tra la Nazionale allenata da Fernando Hierro e l’Iran, ma sicuramente le Furie Rosse non dovranno commettere l’errore di sottovalutare i persiani, che hanno ben figurato contro il Marocco e quattro anni fa, uscirono sconfitti solo nel finale contro l’Argentina, futura vice campione del mondo,  grazie ad un gioiello di Messi.  Piccolo derby per il tecnico della Nazionale dell’Iran, Carlos Quieroz, portoghese, ex ct della nazionale lusitana. Non dovrebbero esserci novità di formazione per Quieroz che confermata modulo ed uomini,  con il suo 4-5-1 , con Beiravand tra i pali, Haji Safi  e Rezaeian terzini, Cheshmi e Pouraliganji centrali difensivi. A centrocampo Shojaei,  Ebrahimi, Ansarifard e Amiri con Jahanbakhsh,  goleador contro il Marocco,  in appoggio all’unica punta Azmoun, che in pratica giocherà in casa nel suo stadio dove veste la maglia del Rubin Kazan. L’importanza dei tre punti dovrebbe far desistere Hierro dal modificare la squadra che ha pareggiato contro il Portogallo, con il 4-2-3-1 , con Diego Costa centravanti e Silva,  Iniesta ed Isco trequartisti.  A centrocampo cerniera formata da Koke e Busquets.  In difesa davanti a De Gea, in cerca di riscatto dopo la papera contro il Portogallo,  Nacho,  Piquè, Sergio Ramos e Jordi Alba. Arbitro della gara sarà l’uruguaiano Andrès Cunha.

error: Content is protected !!
P