News

Poker Samp al Cagliari: doriani in corsa per l’Europa, per i sardi salvezza ancora lontana

Federico Grasso

Poker Samp al Cagliari e blucerchiati che sperano ancora nell’Europa; è notte fonda per i sardi che dovranno sudare fino all’ultima giornata per conquistare la salvezza. Padroni di casa col consueto 4-3-1-2 ma con diverse variazioni nell’11 titolare: Andersen e Sala prendono rispettivamente il posto di Ferrari e Strinic, probabilmente i peggiori della trasferta di Roma. Torreira, Linetty e Barreto i tre di centrocampo con Praet avanzato sulla trequarti a supportare Quagliarella e Kownacki. Da sottolineare le assenze di Caprari e Zapata entrambi acciaccati e non convocati.
Ospiti che rispondono col 3-5-2: stessi interpreti dello scialbo 0-0 casalingo di domenica col Bologna; Castan padrone della retroguardia e Barella assieme a Cigarini del centrocampo. Pavoletti e Sau chiamati a guidare l’attacco. Prima frazione, monologo blucerchiato. Subito un’azione in verticale della Samp: Silvestre per Quagliarella che di prima va da Praet, il belga aggira abilmente Ceppitelli e in diagonale fa 1-0 dopo tre minuti. Spinge ancora la squadra di casa e Quagliarella si mangia il raddoppio su assist di Kownacki; poco dopo però è proprio il 27 blucerchiato a depositare in rete un bel cross basso di Linetty dalla sinistra, è 2-0 a metà primo tempo. Unico squillo ospite con Farias, subentrato a Pisacane, che però trova un super Viviano. Viene concesso poi un rigore per la Sampdoria quando Barella spinge ingenuamente Torreira, ma Quagliarella colpisce il palo. Il tris doriano è solo rimandato: Beresynski in pieno recupero scappa sulla destra e mette un bel traversone, zampata di Kownacki che gira in porta. 3-0 dopo 45’.
Si riparte con il Cagliari che riapre il match: palla allargata verso Faragò che mette forte in mezzo e sul secondo palo a porta sguarnita segna Pavoletti sul filo del fuorigioco, 3-1. Da qui in poi poche occasioni, l’unica degna di nota è la rete di Ramirez a tre minuti dalla fine che firma il poker per i blucerchiati calciando forte dopo la ribattuta sul tiro di Linetty, palla sotto la traversa. Da segnalare l’espulsione per doppio giallo di Cigarini. La Sampdoria dunque resta aggrappata al sogno europeo che però rimane a 3 punti di distanza vista la vittoria del Milan. Cagliari che resta con un margine di soli 2 punti sul Chievo terzultimo e che dovrà affrontare nelle ultime partite Roma, Fiorentina e Atalanta. Dunque un finale davvero rischioso per i rossoblu, questa sconfitta non ci voleva.

error: Content is protected !!
P