News

Il Napoli non sfonda: col Chievo è solo pari

Francesco Raiola

Non sfonda il Napoli a Verona. Davanti a 6.000 tifosi azzurri, il Napoli resta di nuovo all’asciutto dopo il pari a reti bianche contro l’Inter. Il bunker del Chievo si rivela inossidabile complice le polveri bagnate degli attaccanti azzurri, che sembrano sia fisicamente che psicologicamente risentire della sconfitta di mercoledì contro il City di Guardiola.  Poche novità di formazione tra Chievo e Napoli al Bentegodi. Reina non ce l’ha fatta per la noia muscolare accusata sabato e così torna tra i pali il portiere di Torre del Greco, Luigi Sepe. In difesa spazio a Mario Rui dal primo minuto, con Hysaj regolarmente sulla fascia destra. A centrocampo unico cambio quello tra Allan e Zielinski con Jorginho e Hamsik regolarmente in campo. Davanti nessun turnover con l’attacco ovviamente confermato. Il Chievo a sorpresa si chiude con Inglese unica punto e con Birsa e Castro a supporto. A centrocampo esordio stagionale del giovane De Paoli. Partita subito a senso unico con il solito estenuante possesso palla del Napoli, manovrato da Jorginho, fresco di convocazione in Nazionale. Azzurri però poco precisi e approssimativi. Prima occasione addirittura del Chievo, su corner regalato da Koulibaly, con Gamberini che non riesce a ribadire in rete da pochi passi. La reazione del Napoli è immediata con Lorenzo Insigne che va vicino al gol col suo solito tiro a giro. Ma la più grande occasione per gli azzurri capita ancora una volta, come mercoledì in Champions, sui piedi di Callejon dopo una splendida azione corale, ma lo spagnolo calcia fuori. Nel primo tempo si registra solo un notevole ma sterile possesso palla del Napoli, con Mertens abbastanza avulso dal gioco. Canovaccio che non cambia nel secondo tempo. Al 60′ ci prova addirittura il Chievo con Radovanovic che da dietro il centrocampo prova a sorprendere Sepe che devia in corner. Risponde il Napoli con un colpo di testa di Hamsik che viene ribattuto in corner da Sorrentino. Inizia il Chievo il tourbillon dei cambi con Meggiorini al posto di Birsa. Risponde Sarri con Maggio al posto di un buon Mario Rui e con Allan per Zielinski che poco prima di uscire ci prova con un tiro dalla distanza. Al trentesimo esce il giovane De Paoli per il belga Bastien nel Chievo. Dopo tre minuti risponde Sarri con l’ultima sostituzione con l’algerino Ounas per Callejon. Ultimo cambio all’85’ con il polacco Stepinski che prende il posto del futuro azzurro Inglese.
Pericoloso Ounas subito dopo con un tiro deviato in angolo da Gamberini. Sul corner seguente Tomovic salva su Albiol. La grande occasione arriva al novantesimo con la grande parata di Sorrentino sul classico tiro a giro di Lorenzo Insigne. Solo nel recupero il Napoli serra i ranghi per cercare i tre punti facendo incetta di corner sterili che non sfondano il bunker clivense. Napoli che resta comunque da solo in testa alla classifica con un punto di vantaggio sulla Juventus di Allegri.

error: Content is protected !!
P