News

Cardiff meno quattro. Zidane: “Finale speciale contro la mia ex, ma non ci sono favoriti”

MASSIMO CICCOGNANI

Cardiff meno quattro. E dopo Allegri tocca  a Zidane nell’Open Day, analizzare i temi della finale di sabato contro la Juventus. Il tecnico del Real è convinto che “non ci sono favoriti per questa finale. Noi stiamo benissimo fisicamente e siamo concentrati. Bale è recuperato, non vi dico se gioca lui o Isco. Arriviamo molto bene fisicamente. Mancano quattro giorni, quattro allenamenti. Siamo concentrati e vogliamo raggiungere l’obiettivo per cui lavoriamo dall’inizio dell’anno. Sappiamo di dover dare il 100%, finora abbiamo dato tutto ma sabato servirà qualcosa di più. Per noi un’altra finale, ci proveremo come sempre per portarla a casa. Non è una partita speciale, ma solo l’ultima della stagione, ma non è diversa dalle altre. È la più importante, ma ci siamo preparati come per tutti gli altri match”.

Juve e Real, la miglior difesa contro un attacco atomico?

“Dicono che la Juve difenda meglio del Real e che noi attacchiamo meglio. Ma non ci sono tante differenze tra le due squadre. Sono solo giudizi, per me siamo alla pari. È una finale, le partite giocate prima non contano. Di sicuro la stiamo preparando nel migliore dei modi. Sarà un match interessante perché secondo me in finale ci sono le due squadre migliori, Juve e Real meritano di essere qui. Loro sono fortissimi, e non dico Dybala, ma anche Higuain, Dani Alves, ma anche noi abbiamo i nostri giocatori che non sono secondi a nessuno”.

Torna Bale? E Isco?
“Sono contento di aver recuperato Gareth. Non penso ai minuti che ha nelle gambe: siamo tutti pronti, questo è quello che conta. Bale sta bene, si allena con noi, è pronto. Le motivazioni fanno tanto e il morale è alto. Lui e Isco hanno anche giocato insieme in stagione. L’importante è avere tutti al completo, anche se Gareth ha qualche minuto in meno nelle gambe magari. Scegliere è difficile.  Chi gioca? Non lo dico”.

La preoccupa il fatto che la Juve ha tanti moduli da poter sviluppare?
“Certo che no. Sono una squadra forte, sia che giochino a 3 o a 4, o con Dani Alves alto, non cambia nulla. Loro sanno giocare in tutti i modi. Io penso solo a noi e a come possiamo metterli in difficoltà. La pressione in una finale si nota di più, ma a noi piace questo clima, siamo abituati alle finali, pensiamo solo a sabato e basta. Il risultato? Non cambierà il mio futuro perché ho un altro anno di contratto. La mia intenzione è restare, dipende dai risultati. Io alla Juve?  Alla Juve ho giocato cinque anni, ho dei bei ricordi. È una finale un po’ speciale per me, ma adesso debbo solo concentrarmi sulla mia squadra, la finale è dietro l’angolo”.

Blancos tutti recuperati, visto che sia Carvajal che Bale sono tornati in gruppo anche se presumibilmente, soprattutto il gallese, non hanno i novanta minuti nelle gambe. Domani e giovedì allenamento a Valdebebas, venerdì la partenza per il Galles con un charter privato. La conferenza di Zidane a Cardiff è prevista dalle 18.45 alle 19.30 di venerdì, a seguire fino alle 20.30 allenamento sul terreno di gioco del Millennium Stadium.

error: Content is protected !!
P