News

Lazio, la maledizione di Coppa

Maledetta Juventus. Deve aver pensato questo Lotito ieri sera al fischio finale, immortalato dalle telecamere con un’aria sconsolata, quasi rassegnata. La sua Lazio ha indiscutibilmente nei bianconeri una bestia nera che dal 2013 si è trasformata in un muro invalicabile. Quarta finale consecutiva persa, con 10 gol al passivo e 1 soltanto realizzato. La serie inizia il 18 agosto del 2013 con in palio la Supercoppa Italiana: una Lazio ancora euforica per lo storico successo del 26 maggio viene strapazzata all’Olimpico da una Juventus sontuosa. Pogba, Chiellini, Lichtsteiner e Tevez firmano un 4-0 che la dice lunga sulla storia della partita. Passano quasi due anni e le squadre si ritrovano faccia a faccia, ancora una volta a Roma per la conquista della Coppa Italia. Il pass staccato dalla ‘Vecchia Signora’ per la finale di Champions a Berlino causa l’anticipo della sfida al 20 maggio con i biancocelesti privi di Biglia infortunato. Al vantaggio di Radu risponde Chiellini, poi sono gli episodi a deciderla: doppio palo di Djordjevic da una parte, destro debole di Matri non trattenuto da Berisha dall’altra per il 2-1 definitivo e per i torinesi è il decimo trionfo nella competizione. Tre mesi dopo cambia la location, ma l’8 agosto 2015 a Shangai per la Supercoppa è ancora Juventus-Lazio. Partita bruttina condizionata dal caldo e da un terreno di gioco improponibile. Nella ripresi i lampi di Mandzukic e Dybala fanno prendere al trofeo la via di Torino, con i biancocelesti per la terza volta battuti. Il resto è storia recente, la quarta puntata di un film già visto che nell’ambiente biancoceleste comincia a pesare. Gli ultimi successi in Coppa Italia infatti risalgono alla semifinali del 2013 (ritorno) e 2009 (entrambe), mentre nella partita secca bisogna tornare alla Supercoppa del 1998 decisa allo scadere da Sergio Conceicao dopo i gol di Nedved (per i capitolini) e Del Piero. Un’altra curiosità vede la Juventus sempre designata come squadra di casa nei quattro successi. Chissà che il presidente Lotito in vista della prossima Supercoppa Italiana non punti tutto sul sorteggio per infrangere il tabù…

error: Content is protected !!
P