News

Ligue1, una poltrona per due

La 29sima giornata di ligue1 ha posto fine alle velleità di scudetto per il Nizza che non regge il passo delle sue concorrenti, tutte vincitrici nonostante le loro distrazioni europee; ad insidiare il primato del Monaco non rimane che il Psg distante appena 3 punti. Ad aprire le danze è stato proprio il Nizza che ha ospitato il Caen venerdì sera. Esattamente come nel girone di andata, inflissero la prima sconfitta stagionale ai rossoneri, gli ospiti si sono rivelati subito ostici andando in vantaggio al 36′ di testa con Santini e addirittura il raddoppio al 50’ con Karamoh, sfruttando gli errori di un incerto Dante. Il Nizza però rimette in piede la partita in pochi minuti: al 71′ Balotelli accorcia le distanze sfruttando l’assist di testa dello stesso Dante e al 76′ il sinistro di Donis, dopo una respinta corta difensiva, sigla il definitivo 2-2. L’assalto finale alla ricerca della vittoria si è infranto contro la traversa e i guantoni di Vercoutre.
Il giorno dopo è stata la volta della capolista Monaco che ha ospitato il Bordeaux, anche se la testa era già tutta al big match di mercoledì sera contro il Manchester City. Tant’è vero che la squadra di Jardim è riuscita a sbloccare la partita soltanto al 68′ con un piattone di Mbappè sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mentre il secondo goal è un assoluto capolavoro di Mutinho che ha insaccato con un destro a giro all’incrocio dei pali. Nei minuti finali un erroraccio di Subatic ha spalancato la porta a Rolan che ha accorciato le distanze portando la partita sul 2-1 finale.
Monaco che però non guadagna punti sul Psg che dimostra di aver superato il trauma dell’incredibile sconfitta di Barcellona e si mantiene a 3 punti dai battistrada. A sbloccare il match al 28′ è stato uno sfortunato autogoal di Jeannot su calcio d’angolo, mentre ad inizio ripresa Nkunku sigla il raddoppio con un tiro dalla distanza, con colpevole partecipazione del portiere avversario Leconte. Al 68′ l’ex laziale Ciani svetta prepotentemente su un corner e segna il goal della bandiera per gli ospiti.
Infine un’occhiata anche al Lione che dopo la brillante vittoria europea contro la Roma ha schiantato anche il Tolosa in casa per 4 a 0, nonostante l’ ampio turnover di Genesio. I primi minuti, però sono tutti per gli ospiti che riescono a colpire un palo prima e una traversa poi, ma al 36′ una bordata di Jallet a sbloccare il risultato per i padroni di casa. La ripresa si apre con una fantastica cavalcata di Cornet che insacca il due a zero prima che inizi lo show personale di Memphis Depay: il calciatore olandese ha prima segnato dopo una bell’azione di squadra e poi si è inventato un goal da centrocampo che rimarrà negli annali del calcio. Il terzo posto per la squadra di Genesio sembra ormai impossibile, distante 13 punti, che preferirà difendere la 4 posizione ,che da accesso all’Europa League, e soprattutto difendere il risultato positivo ottenuto giovedì scorso contro la Roma.

Vittorio di Pietro

error: Content is protected !!
P