News

Festa Napoli al San Paolo: Mertens (doppietta) piega la Samp

Francesco Raiola

NAPOLI È festa a Fuorigrotta in un San Paolo colorato di azzurro, il Napoli di Ancelotti torna alla vittoria trascinato da uno strepitoso Mertens, autore della doppietta che stende la Sampdoria e  che permette agli azzurri di portarsi ad un solo punto dalla Juventus, superando così lo choc della sconfitta di Torino, causata dall’incredibile autorete di Koulibaly. In una meraviglioso pomeriggio di sole partenopeo, in un San Paolo rinnovato che abbraccia circa 40.000 spettatori, il Napoli prova ad accorciare sulla Juventus, fermata nel pomeriggio a Firenze sul pareggio, contro la Sampdoria. Confermate le rotazioni per Ancelotti, che conferma Meret tra i pali, ridando fiducia a Di Lorenzo, oltre a Koulibaly. Completano il reparto difensivo Maksimovic e Mario Rui. A centrocampo esordio dal primo minuto per Elmas, affiancato da Fabiàn Ruiz, con Zielinski e Callejon esterni. Coppia di attacco formata da Mertens e dalla nuova stella napoletana, il messicano Hirving Lozano. Cambia modulo invece Di Francesco che passa al 3-4-3, con Audero tra i pali, terzetto difensivo composto da Regini, Murillo e Ferrari, linea mediana con Bereszynski e Murru esterni, Linetti ed Ekdal centrali. Tridente offensivo doriano formato da Caprari, Quagliarella e l’argentino Rigoni.

Il Calcio Napoli è offerto dal Ristorante Casina Casina, via Litoranea 23/b a Torre del Greco
Doriani subito aggressivi sin dai primi minuti con pressing alto sui portatori azzurri. Ma la prima conclusione del match è di Fabian Ruiz, neutralizzata agevolmente da Audero, mentre il primo giallo dopo pochi minuti è di Maksimovic che ferma Quagliarella in ripartenza. Sampdoria pericolosissima sugli sviluppi di un corner, con il pallone arpionato da Ferrari a pochi metri dalla linea della porta con Meret decisivo deviando in  angolo. Ma è il Napoli a sbloccarla: grande azione tutta di prima Lozano-Di Lorenzo che serve Mertens che di destro anticipa Murillo e  supera Audero immobile. Azzurri in fiducia che sfiorano due volte il raddoppio in pochi secondi,  prima con Elmas e poi con Lozano che concludono di poco fuori. La partita è spettacolare: prima Mertens colpisce la traversa e poi sul contropiede successivo Rigoni tutto solo si fa ipnot
izzare da Meret che salva di nuovo il Napoli. Pericoloso anche Quagliarella da fuori che sfiora il palo. Giallo anche nelle fila delle Sampdoria per Ferrari che ferma Elmas al limite dell’area e per Fabiàn Ruiz che rimedia con un fallo tattico su Linetty ad una palla persa a centrocampo. Ammonito anche Ancelotti per proteste che contesta il giallo a Fabiàn Ruiz. Piovono gialli e viene sanzionato anche Caprari che ferma Lozano veloce in slalom. Si chiude così un primo tempo ricco di emozioni con il Napoli in vantaggio di misura. Nessun cambio nell’intervallo per i due tecnici, con il canovaccio del match che non cambia. Grande azione di Elmas sulla sinistra con la conclusione del macedone salvata in angolo da Audero. Esordio per Llorente a metà ripresa, che prende il posto di Lozano tra gli applausi di Fuorigrotta. Risponde Di Francesco con l’inserimento di Lleris al posto di Regini con Bereszynski che scende nel terzetto difensivo.  Pochi minuti e proprio Llorente diventa decisivo nell’area doriana , serve Mertens che insacca. La Penna però strozza l’urlo del San Paolo annullando per fuorigioco di Llorente, ma giustamente la VAR annulla la topica della terna arbitrale e assegna il goal a Mertens. Entra l’ex Gabbiadini nella Sampdoria per un Caprari deludente. Napoli che vola sulle ali dell’entusiasmo e sfiora subito il terzo goal con Callejon che a volo impegna severamente Audero in angolo. Un quarto d’ora anche per Insigne che rileva un ottimo Elmas. Sfiora la rete la Sampdoria con Ekdal che non riesce a ribadire in rete un bel cross di Gabbiadini. Ultimi cambio per Di Francesco che inserisce Depaoli per Rigoni e per Ancelotti che concede la standing ovation a Mertens, sostituito da Younes. Proprio sull’asse Younes-Insigne nasce una bellissima azione conclusa dal capitano azzurro con un tiro a giro che sfiora il palo. Ancora Insigne vicino alla rete su assist del tedesco ma stavolta è Audero a negargli la gioia della rete.  Dopo cinque minuti di recupero La Penna decreta la fine del match, con il San Paolo che torna a cantare e ad entusiasmarsi anche in vista della prossima supersfida contro il Liverpool di martedì sera. Crisi nera per la Sampdoria che resta a zero punti e con un calendario difficile nelle prossime giornate. Migliori in campo su tutti Mertens ed Elmas, senza dimenticare Meret decisivo nel primo tempo.
error: Content is protected !!
P