News

Domani Lazio-Inter. Spalletti: “Avversario tosto. Per vincere usiamo la testa”

Dopo sette vittorie consecutive che hanno momentaneamente consegnato il terzo posto in campionato ed il secondo nel girone in Champions, la striscia nerazzurra è stata interrotta dal Barcellona. Più che un passo falso è stata una sfida quella contro i catalani, approcciata in modo troppo timido e con un atteggiamento remissivo e poco coraggioso. Insomma anche se l’avversario aveva senza alcuna ombra di dubbio una portata differente, l’Inter ha subito troppo la forza blaugrana. Domani è tempo di tornare a correre e la Lazio è un ottimo banco di prova per riscattarsi. I biancocelesti quarti e con un punto in meno rispetto ai nerazzurri, hanno il dente avvelenato dopo la sconfitta nello “spareggio” Champions della scorsa stagione proprio contro l’Inter. Alla vigilia Spalletti è stato chiaro. “La Lazio di Inzaghi è un avversario tosto, la partita contro il Marsiglia riassume le caratteristiche dei biancocelesti. E’ una squadra che va difficilmente in difficoltà ed ha una forza caratteriale importante. Non ragioniamo con i se e con i ma, la possibilità di non giocare c’è ma noi siamo comunque concentrati. La partita contro la Lazio dello scorso anno non deve essere isolata perché vogliamo conquistare vittorie ancora più importanti.  Cosa non mi è piaciuto contro il Barca? L’atteggiamento troppo passivo nel subire alcune situazioni. In questi giorni ho comunque avuto delle risposte da parte dei ragazzi che si sono allenati con impegno ed intensità. Questa è la medicina migliore. Abbiamo una rosa per sopperire a livello fisico e mentale alle fatiche del derby e del Milan”. Sui singoli. “De Vrij è serenissimo, sta bene è chiaro, trasparente e pulito. Ha qualità umane ed entusiasmo. Nainggolan ha esperienza in Champions e ha caratteristiche ben precise. Abbiamo comunque una rosa forte e non dipendiamo da un solo giocatore. Chi l’ha sostituito ha fatto bene. Keita può giocare nel ruolo di Nainggolan, prendiamo in considerazione tutto mentre Lautaro può giocare con Icardi ma dipende anche dalle caratteristiche dell’avversario”. Sugli obiettivi stagionali dell’Inter. “L’Inter a fine stagione sarà soddisfatta se otterrà vittorie importanti che porteranno un posto tra le prime 4 posizioni in campionato ed il passaggio del turno in Champions League”.

error: Content is protected !!
P