News

La Samp chiede strada al Bologna

Robert Vignola

Quando si staranno accendendo le sfumature del tramonto, i riflettori del Ferraris si accenderanno su una sfida che può dire molto soprattutto circa i bassifondi della classifica. Nella tana della Sampdoria arriva il Bologna e se i rossoblù possono dirsi ragionevolmente vicini al traguardo della salvezza non si può dire lo stesso dei blucerchiati, che dopo la ripresa hanno inanellato due sconfitte, pur di misura e al cospetto di avversari della caratura di Inter e Roma, che hanno reso la classifica rovente.

Per Claudio Ranieri la sfida ha una importanza vitale, ma occhio anche alla gestione dell’organico. “Sappiamo quanto ci manca Quagliarella, ma ci serve più cinismo: ne abbiamo parlato, siamo stati troppo precipitosi o egoisti. Dobbiamo saper leggere bene le situazioni con la giusta lucidità. Nei miei ragionamenti di formazione entreranno un po’ tutti i fattori, compreso il fatto di dire ai ragazzi in odore di squalifica di stare attenti ad evitare ammonizioni inutili”.

Sinisa Mihajlovic ha elogiato la Samp, “una squadra fisica, che corre, che gioca anche abbastanza bene, sono in un momento di difficoltà, ma spero al di là di tutto si salvi, ho quella città e quella squadra nel cuore e anche per il presidente Ferrero è stato molto carino con me quando sono stato male”.Parole di zucchero per il suo gruppo, che ha popolato il quartier generale di Casteldebole anche per un allenamento facoltativo: “Dimostrazione che si vogliono migliorare. Sono venuti quasi tutti, hanno fatto cure e palestra, sicuramente un bel segnale”.

Capitolo formazioni. E’ in difesa che Ranieri cambierà senz’altro qualcosa, affidando a Tonelli e Yoshida il compito di rendere il reparto arretrato più solido, affidandosi poi a un centravanti folto per fare densità e sperare nelle zampate di un Gabbiadini in forma, cui abbinare uno tra Ramirez e Bonazzoli.

In casa Bologna Mihajlovic torna ad avere a disposizione Bani, che rivelerà Denswil nei quattro di difesa, così come viene dato per certo Poli in mediana, con Schouten e Medel a contendersi l’altra maglia titolare disponibile. Davanti Palacio riprende posto al centro dell’attacco, ballottaggio Sansone-Barrow sulla fascia sinistra.

Calcio d’inizio alle 21.30, arbitra Doveri di Roma assistito da Giallatini e Bresmes, con quarto uomo Maggioni e addetti VAR Massa e Liberti.

error: Content is protected !!
P