News

Euro 2020, domani la finale. Southgate: “Vogliamo la Coppa”

Massimo Ciccognani

LONDRA Una Nazione è pronta a spingere i suoi verso la conquista del trono d’Europa. L’Inghilterra ci crede ed è pronta alla sfida di domani sera a Wembley contro l’Italia. Sereno il ct inglese, Gareth Southgate alla vigilia della partitissima, che ha ricevuto il messaggio di incoraggiamento persino dalla Regina. “E’ stato bello ricevere una lettera dalla Regina e dal Primo Ministro, è una riconoscenza per noi. Gli abitanti dei paesi intorni a St George’s Park si sono ritrovati per accoglierci, ci ha fatto capire cosa stia succedendo fuori dalla bolla. Ora però siamo in finale e siamo qui per vincere: siamo contenti di lasciare questo in eredità ma vogliamo tornare a casa con la Coppa in mano”.

Ma domani c’è la gara. Tensione palpabile. “Siamo pronti, siamo tatticamente preparati. Sono abituati a giocare queste gare e siamo pronti per la partita. Vogliamo fare qualcosa di importante, qualcosa di unico. Questo è il nostro momento, quel che è successo in passato non è importante. Abbiamo rispetto per il passato ma ora conta il presente. Football in Coming Home, non l’ho voluto sentire per 15 anni perché mi faceva male. Però è humor inglese, niente di offensivo o di arrogante. Devi conoscere l’inglese e la nostra storia per apprezzarlo. C’è una grande atmosfera al nuovo Wembley, è dove abbiamo iniziato tutti qualche anno fa: dà un’energia incredibile, ai ragazzi, ci aiuta molto. L’inno italiano fischiato? Credo che non intimidisca gli italiani, è importante che non fischino l’inno. Si faranno sentire durante la partita”.

Anche la squadra è carica e pronta. “Siamo calmi: siamo cresciuti nel corso del torneo, abbiamo avuto delle fasi in questo torneo. Siamo rimasti tranquilli dopo la Scozia, lì ci sono state critiche ma le abbiamo sopportate e affrontate bene”.

Rispetta l’Italia, ma guarda più ai suoi. “Quando alleni una squadra guardi tutto e devi decidere le informazioni più importanti per i tuoi e sugli altri. Devi adattarti ai tuoi punti di forza e puntare sulle loro debolezze. L’Italia ha un tecnico d’esperienza, giocatori di qualità e un record pazzesco. Lo sappiamo ma i nostri ragazzi hanno già giocato contro Kroos, Modric e non solo e lo abbiamo fatto nel modo giusto. Abbiamo il nostro gioco, i nostri punti di forza: è il bello del calcio, ogni Nazionale ha i suoi punti di forza”.

L’Inghilterra, dopo anni di anonimato, è pronta per tornare a vincere. “Ogni allenatore ha un grande staff alle spalle e io senza il mio non avrei fatto questo. Senza di loro, senza il loro supporto, senza le loro informazioni, non sarei qui. E ovviamente ho ottimi giocatori, in campo vanno loro, e sono motivati e un gruppo unico. Su cosa dobbiamo migliorare? In finale la chiave è non performare peggio che nelle gare precedenti. Dobbiamo fare quel che facciamo sempre, i ragazzi lo sanno”.


error: Content is protected !!
P