News

Italia in finale a Euro 2020. Mancini: “Volevamo questo obiettivo”

Nella foto: Mancini Luis Enrique (Foto Gino Mancini)

Massimo Ciccognani

LONDRA Forse in pochi alla vigilia ci credevano, ma alla fine l’Italia è arrivata dove voleva arrivare, ovvero alla finale di Wembley. Magari con un pizzico di sofferenza, ma probabile che anche questa era stata messa in preventivo. Il fine giustifica il mezzo e così l’Italia si gode una notte da leoni nel tempio del calcio inglese dopo la vittoria ai rigori ottenuta contro la Spagna. Tante difficoltà, tutte superate, per la banda Mancini. Raggiante in conferenza il ct azzurro. “Ci fa piacere aver regalato una serata così agli italiani, ora ne manca una se sarà possibile. Sapevamo che sarebbe stata durissima, la Spagna ci ha messo in difficoltà, abbiamo cercato di segnare quando abbiamo avuto le occasioni. Abbiamo avuto difficoltà perché avevamo poco la palla. Volevamo la finale, poi i rigori sono un terno al lotto. Faccio i complimenti alla Spagna, è una grandissima squadra. Siamo felici, ringrazio i ragazzi per aver creato qualcosa di bello. Non abbiamo fatto ancora tutto: ora recuperiamo le forze, è stata durissima. Lo sapevo, sarebbe stata la più dura del torneo. E’ la sesta, sarebbe stata stancante, ma volevamo la finale”.

Partita di grande sofferenza. Il ct guarda oltre. “Ci sono anche gare dove devi soffrire. Abbiamo strameritato di esser qui, sapevamo che ci sarebbe stata una gara durissima e sapevamo che sarebbe stata questa. Non era semplice, quasi nessuno ci credeva e siamo arrivati in finale. Siamo felici per gli italiani che ci hanno seguito e ci stanno seguendo”.

Merito di una mentalità vincente inculcata proprio da Roberto Mancini. “Tutti vogliono vincere, i giocatori poi volevano qualcosa di diverso. Volevano fare qualcosa che piacesse, le cose difficili sono quelle belle da fare. Ancora non abbiamo fatto nulla, dobbiamo aspettare ancora. Credevo nei giocatori che avevamo, nonostante tutti ci credessero poco. Sapevo che potevamo fare belle cose, fino ad ora ci siamo riusciti e siamo felici di aver regalato delle bellissime sere agli italiani. Ne manca ancora una, ora dobbiamo recuperare le forze perché la Spagna è una grandissima squadra ed è stata durissima. Loro sono maestri nel possesso, ci hanno messo in difficoltà ma nonostante questo abbiamo avuto molte occasioni per far gol. Adesso pensiamo alla finale, abbiamo 4 giorni per recuperare e poi vedremo quello che accadrà. Paura? Abbiamo avuto difficoltà, ma quando abbiamo fatto l’1-0 pensavo che sarebbe arrivato anche il secondo. Nel finale abbiamo avuto un po’ di difficoltà, nei supplementari neanche tanto”.


error: Content is protected !!
P