News

Girone D, reti bianche a Wembley nel derby britannico

Francesco Raiola

Si annullano nell’arena di Wembley Inghilterra e Scozia in un pareggio a reti bianche che paradossalmente sta più stretto agli scozzesi che agli uomini di Southgate. Partita di grande orgoglio e volontà per i blu di Glasgow che restano ancora in corsa per la qualificazione nel girone seppur difficile. Passo indietro dal punto di visa del gioco e della mentalità degli inglesi, che ora sono al primo posto sempre nel gruppo, ma a pari merito con la Rep. Ceca in avanti nella differenza reti. Non cambia Southgate che schiera in attacco Kane con Sterling, Foden e Mount in appoggio, ma il centravanti del Tottenham sbatte contro il muro eretto da Clarke a difesa di Marshall. Inglesi vicinissimi al vantaggio sugli sviluppi di un angolo con Stones che colpisce il palo a portiere battuto: sembra l’inizio di un assedio ma in realtà è l’unica grande occasione concreta che i bianchi di Inghilterra creano agli scozzesi, che reagiscono con grande coraggio che replicano con O’Donnell sempre di testa e stavolta è bravo Pickford a negare la gioia del primo gol agli Europei per i blu. Nella ripresa il primo a provarci è Mount con un tiro da fuori con Marshall bravo a respingere in angolo. Non è una bella partita, che va a sprazzi, che si basa soprattutto sulla foga agonistica degli scozzesi che non mollano un centimetro e sono ancora gli uomini allenati da Clark ad arrivare ad un passo dal vantaggio con Dykes che a botta sicura sugli sviluppi di un corner colpisce nell’area piccola ma James è lesto a respingere di testa a Pickford battuto. Non basta l’ingresso salutato da un’ovazione di Grealish idolo della tifoseria inglese ad accendere la nazionale dei leoni d’Inghilterra, che deve accontentarsi di un pareggio che muove la classifica e avvicina la qualificazione agli ottavi, ma che registra senza dubbio un grave passo indietro dal punto di vista del gioco e della mentalità. Punto di orgoglio degli scozzesi che non cadono nel sentito derby d’oltremanica e restano in gioco seppure con flebili speranze. Si deciderà tutto martedi con la doppia sfida Inghilterra-Repubblica Ceca e Scozia-Croazia.

error: Content is protected !!
P