News

Al “Maradona” arriva la Sampdoria, Napoli vietato rallentare

Francesco Raiola

Come in una domenica d’altri tempi, per la prima volta stagionale il Napoli è di scena a Fuorigrotta, alla prima storica in Serie A con la nuova denominazione del “Diego Armando Maradona”, nel turno domenicale delle ore 15. E’ il terzo impegno di questo lungo mese di dicembre, vero e proprio tour de force, che si concluderà l’antivigilia di Natale, quando sempre al Maradona arriverà il Torino prima della breve sosta natalizia. Nel mezzo due trasferte che diranno molto sulle ambizioni di alta classifica per gli uomini di Gattuso: prima Inter e poi Lazio in soli quattro giorni.

In tutto questo, Ringhio dovrà fare a meno ancora una volta di Osimhen, fermo ancora dal brutto infortunio subito alla spalla in Coppa d’Africa contro la Sierra Leone. L’infortunio che sembrava di minore entità si è rivelato più grave del previsto, con l’infiammazione di un nervo che crea ancora problemi al centravanti azzurro. Gattuso sta facendo dell’assenza di Osimhen di necessità virtù, alternando Petagna e Mertens come terminale d’attacco, oltre ad una rivisitazione del modulo con Zielinski sempre più fulcro di questo Napoli, decisivo nella partita contro la Real Sociedad, e anche a Crotone, autore della giocata-assist ad Insigne nel goal che ha sbloccato il match dello Scida.

Ancora problematica la situazione per Hysaj e Rrhamani, anche loro “vittime” della sosta delle nazionali, dove hanno contratto il COVID. I due erano risultati negativi prima della trasferta di Crotone, non convocati per precauzione, ma di nuovo positivi alla vigilia del match europeo e di nuovo in isolamento. Nella giornata di ieri, i nuovi tamponi hanno confermato invece la negatività dei due , che molto probabilmente, in ogni caso non saranno convocati per il match contro la Sampdoria di Claudio Ranieri.

Probabile turnover moderato per Gattuso, in vista anche del prossimo match di mercoledì al Meazza contro l’ Inter. Tornerà tra i pali Alex Meret, con Di Lorenzo stakanovista sulla destra, mentre Mario Rui è in vantaggio su Ghoulam a sinistra ( non buono l’impatto dell’algerino quando subentrato contro la Real Sociedad. In difesa torna Manolas in coppia con l’altro intoccabile Koulibaly. A centrocampo conferma per la coppia centrale Demme-Bakayoko, mentre a sinistra il capitano Insigne, a destra Politano in vantaggio su Lozano, mentre si giocando il posto dietro Petagna, favorito su Mertens, Elmas e Zielinski.

Diverse assenze per Ranieri, che deve fare a meno dell’infortunato Bereszynski out contro il Milan, oltre al lungodegente Keita. Fuori anche Gabbiadini e anche Tonelli è uscito malconcio dalla sfida contro i rossoneri. Solito 4-4-2 per Ranieri, che dovrebbe schierare Audero tra i pali, esterni Ferrari e Augello, coppia centrale formata dal giapponese Yoshida e Colley. A centrocampo Candreva e Jankto in vantaggio sul norvegese Askildsen come esterni, in mediana Thorsby e Ekdal. In attacco l’ex, sempre avvelenato contro il Napoli, Quagliarella, supportato da Gaston Ramirez, favorito su La Gumina e Verre.

Arbitro del match sarà La Penna di Roma. Fischio di inizio alle ore 15.

error: Content is protected !!
P