News

UEL. Frenata Napoli, l’Az passa al San Paolo

Francesco Raiola

NAPOLI Inizia malissimo con una inaspettata sconfitta in casa il Napoli la sua avventura europea contro l’AZ Alkmaar falcidiata dal Covid. Un assedio durato novanta e più minuti non è bastato agli azzurri che hanno subito la beffa del gol olandese firmato da De Wit a inizio ripresa. Un brutto passo indietro per gli uomini di Gattuso dopo il buon inizio stagionale che complica il percorso in Europa League.Nessun ulteriore 8allarme Covid in casa AZ e così la partita tra il Napoli e gli olandesi ha avuto il via libera in mattinata. Solo tre cambi per Gattuso, con Meret fra i pali, Di Lorenzo e Hysaj esterni, Koulibaly e Maksimovic centrali. In mediana Fabiàn Ruiz e Lobotka, mentre tutto confermato in attacco con Osimhen e Mertens, Lozano e Politano come trequartisti. Cambia poco Slot che conferma le anticipazioni della vigilia con Bizet tra i pali, Svensson e Wijndal terzini, Hatziadiakos e Martins Indi centrali, , De Wit e Koopmeiners a centrocampo, mentre nel tridente insieme a Stengs e Karlsson a sorpresa schierato il giapponese Sugawara. Fasi di studio iniziale con gli olandesi che non disdegnano azioni manovrate provandoci con conclusioni dalla distanza, ma impostando un match prettamente difensivo. Prima conclusione azzurra è di Politano con Bizet che si deve distendere per salvare l’AZ. Rischia anche il Napoli su errore di impostazione di Koulibaly, ne approfitta Sugawara ma la conclusione è larga. Occasione clamorosa per il Napoli a dieci minuti dalla fine per Mertens su assist di Osimhen ma il tiro del belga non è preciso sfiorando solo il palo. È l’ultima emozione di un brutto primo tempo con il Napoli che non è riuscito a sfondare la muraglia olandese. Squadre immutate alla ripresa senza cambi per i due tecnici. Il calcio è strano e alla prima occasione per gli olandesi, arriva il vantaggio dell’AZ che approfittano di una dormita generale della difesa che perde De Wit che insacca su assist di Svensson. Partita che si complica per gli azzurri. Corre ai ripari Gattuso che inserisce Insigne e Mario Rui per Lozano ed Hysaj. Spreca una buona occasione Osimhen che di testa appoggia al portiere un cross perfetto di Mario Rui. Ancora doppio cambio nel Napoli con l’ingresso di Demme e Petagna per Lobotka e Osimhen. Proprio l’ex spallino subito pericoloso di testa su cross ancora di Mario Rui ma sfiora solo l’incrocio. L’AZ sembra un muro invalicabile e ci prova anche Politano da fuori ma la sua conclusione è deviata in angolo da un difensore. Fuori proprio Politano a dieci minuti dalla fine per Bakayoko. Forcing finale degli azzurri poco lucidi che vanno a sbattere contro il muro rosso. Primi cambi per gli olandesi prima del recupero con Leeuwin per Midtsjö e Gudmundsson per Karlsson. Giallo evitabile per Koulibaly che alza troppo i gomiti. Quattro minuti di recupero concessi per gli ultimi attacchi partenopei, confusi ed infruttuosi. Percorso notevolmente ora in salita per gli azzurri, che giovedì sera saranno di scena a San Sebastiàn contro la Real Sociedad che ha vinto nel finale a Rijeka per una rete a zero. 

error: Content is protected !!
P