News

AIDAblu riparte da Civitavecchia: crociere made in Italy fino a novembre

AlDAblu salperà domani da Civitavecchia per un itinerario di una settimana completamente dedicato all’Italia. La ripartenza di AIDABlu, la quarta nave del Gruppo Costa che torna a viaggiare, contribuirà positivamente all’ecosistema turistico italiano, portando gli ospiti tedeschi alla scoperta dell’Italia

CIVITAVECCHIA Michael Thamm si affaccia da uno dei ponti di AIDAblù e il colpo d’occhio sul porto di Civitavecchia è imponente. Delle sette navi ormeggiate in porto, tre sono a marchio Costa Crociere (Smeralda, Pacifica e Favolosa) e la quarta è proprio l’AIDAblu di Aida Cruises, il bran tedesco del marchio Costa, conquest’ultima che domani tornerà a prendere il mare da Civitavecchia per la prima crociera post coronavirus. E sarà un tributo all’Italia, vista che AIDAblu scalerà solo porti italiani. Da Civitavecchia farà tappa a Napoli, Palermo, Catania, La Spezia e poi rientro a Civitavecchia dove è prevista l’overnight con sosta di due giorni prima della nuova partenza. Itinerario operativo da domani fino al 28 novembre. Michal Thamm sa meglio di chiunque altro, il grave disagio legato al blocco delle crociere, ma guarda positivo, soprattutto con lo sguardo teso verso AIDAblu e Costa Smeralda, impegnata nella prima crociera dopo la ripresa, all’ancora alla banchina 25 del porto di Civitavecchia, di fronte all’AIDAblu che domani tornerà a prendere il mare, non dimenticando Costa Diadema e Costa Deliziosa che sono le prime a tornare in acqua.

John Portelli, Michael Thamm, Ernesto Tedesco

“La ripartenza di AIDAblu è una tappa significativa per il Gruppo Costa, che segna il ritorno alle crociere dopo una lunga pausa anche per il nostro brand tedesco AIDA Cruises, che si aggiunge a Costa Crociere – ha aperto il suo intervento dal Terminal Vespucci di Civitavecchia Michael Thamm, Group CEO, Costa Group & Carnival Asia – Siamo molto orgogliosi che la ripartenza di AIDA Cruises avvenga dall’Italia, perchè le nostre navi battono bandiera italiana e la nostra sede è in questo Paese. Attualmente le navi da crociera stanno viaggiando solo nel Mediterraneo e in Italia: questo non sarebbe stato possibile senza il sostegno del Governo e delle autorità italiane. Grazie al programma crociere di AIDAblu contribuiremo ulteriormente alla ripresa del turismo internazionale in Italia, riportando i nostri ospiti tedeschi in una destinazione molto amata, in modo sicuro e responsabile. Consideriamo questa nave come il simbolo della solida e duratura relazione tra Italia e Germania”. E domani al primo viaggio di AIDAblu, saranno mille i crocieristi tedeschi ad imbarcarsi. In effetti, AIDA Cruises, non ha fatto in tempo ad aprire le prenotazioni, che l’esaurito, considerate le restrizioni Covid, è stato raggiunto in poco tempo. AIDAblu, che si aggiunge alle altre tre navi Costa che hanno già ripreso le operazioni in Italia, porterà ulteriori benefici alla ripresa dell’ecosistema turistico italiano. Grazie all’itinerario in partenza domani da Civitavecchia, gli ospiti tedeschi di AIDAblu avranno la possibilità di visitare cinque destinazioni italiane in un’unica vacanza. Il contributo economico derivato dalle crociere rappresenta da sempre un importante sostegno al turismo e all’economia italiana. Secondo uno studio condotto da Deloitte & Touche, dall’Università di Genova e dall’Università di Amburgo, infatti, il Gruppo Costa nel 2018 ha generato nel nostro Paese un impatto economico complessivo di 3,5 miliardi di euro, creando circa 17.000 posti di lavoro a tempo pieno e collaborando con 4.700 fornitori e partner italiani.

La ripartenza di AIDA Cruises e Costa Crociere si inserisce in un approccio di ripresa graduale dell’attività del Gruppo Costa, con protocolli sanitari rafforzati, sviluppati in coordinamento con il Governo italiano e le autorità sanitarie. Sulla base delle linee guida e di contenimento dell’epidemia in Germania e in Italia, le misure implementate su tutti gli itinerari del brand AIDA Cruises prendono in considerazione l’intera esperienza della vacanza in crociera, dalla prenotazione allo sbarco. Sviluppato con il contributo dei principali esperti del settore medico sanitario, il protocollo è stato verificato e certificato dalla rinomata società di revisione indipendente SGS Institut Fresenius e dalla società di classificazione DNV-GL. Le misure prevedono che ospiti ed equipaggio debbano risultare negativi al test anti COVID-19 con tampone prima di poter imbarcare. Ulteriori misure riguardano controlli regolari della temperatura e dello stato di salute degli ospiti e dell’equipaggio, linee guida per il distanziamento fisico, utilizzo delle mascherine, capienza contingentata e maggiori misure di sanificazione, nonché visita delle destinazioni con escursioni guidate organizzate da AIDA Cruises per garantire il rispetto dei protocolli sanitari. 

Tra gli altri, alla presentazione della nuova crociera AIDA, c’erano il Direttore Generale di Roma Cruise Terminal, John Portelli e il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco.

MAS. CIC.

error: Content is protected !!
P