News

Io tifo Juve. “Credevo fosse oro e invece è solo potere Real”


Enzo Di Maio *

Consegna del pallone d’oro a chi andrà? Forse  a Ronaldo oppure a Messi, di solito un premio si da al migliore ed è indubbio che i migliori sono sempre loro. Basterebbe tirare a sorte, o uno o l’altro e non si scontenterebbe nessuno. E invece no, il problema è che Ronaldo non gioca più con il Real, si sono lasciati e neppure tanto bene, nessun bacio e nessun abbraccio. Ora Ronaldo è un giocatore della Juve e premiarlo sarebbe fare un torto al Real e questo non si può fare. La Fifa e il Real sono come moglie marito, quasi un Real Fifa world, il calcio mondiale e roba loro e Cristiano si è reso colpevole di lesa maestà. Ci sarebbe Messi ma è del Barca e dare il trofeo alla storica nemica sarebbe stato troppo. Cosa esce allora dal cilindro di maga magò? Modric, si proprio Modric. Un  modesto e bravo lavoratore della pedata che ha il grande pregio di essere del Real Madrid. E’ Modric il miglior giocatore del mondo attualmente? Non scherziamo, non si può paragonare una Ferrari a una cinquecento. Ma la FIFA tutto può. Per il resto la settimana calcistica di casa nostra non ha riservato tante emozioni, il campionato di quest’anno sarà un po’ il remake di quello della stagione scorsa, un discorso a due, Juventus e Napoli, terzi incomodi francamente non ne vedo. Peccato, anche per uno juventino comincia ad essere noioso vedere troppe volte lo stesso film. Sabato ci sarà lo scontro diretto tra Juve e Napoli, in pratica la prima partita vera e il risultato, fortunatamente, è tutt’altro che scontato. Il Napoli è una realtà e rispetto agli scorsi anni ha un certo sig. Ancelotti in panchina, che con tutto il rispetto per Sarri, grande tecnico, ha un qualcosa in più del collega, più concretezza, meno profumo e più semplice sapone. Quasi nell’indifferenza generale domenica scorsa la Juventus B ha esordito nel campionato di serie C. Le giovani speranze bianconere sono state prese a pallonate dalla Carrarese, 3 a 0 e tutti a casa. C’era proprio bisogno, caro amico Beppe Marotta, di partecipare a questo campionato? La serie C non è come il campionato Primavera, li non trovi fioretto ma tante legnate, duro è il pane della C. Forse un po’ di logica l’avrei trovata se a disputarlo fossero state solo italiche promesse ma anche qui, desolatamente, tanti stranieri. Una ennesima sconfitta per la cara Figc. Continuiamo a farci del male. Alla prossima .

*  direttore sportivo, tifoso Juventus

error: Content is protected !!
P