News

Mancini: “Non pensavamo di fare così bene”

Nella foto: il ct Roberto Mancini

Massimo Ciccognani

WOLVERHAMPTON La felicità è negli occhi di Roberto Mancini. Pochi giorni per cambiare l’Italia che in queste prime tre giornate di Nations League, viaggia con il vento in poppa. Con tanti ragazzi giovani e bravi, ma soprattutto con una qualità di gioco che lascia ben sperare per il futuro. “Non pensavamo di fare abbastanza bene come abbiamo fatto – esordisce Mancini – questa gara non era semplice. Alcuni ragazzi hanno debuttato, altri venivano da un paio di partita ma sono stati bravi. Non mi aspettavo facessero così bene in questi 20 giorni, l’importante per noi è non cambiare il modo di giocare anche se possiamo migliorare. Poi è chiaro che giocando ogni tre giorni dobbiamo cambiare”. 

Rimane il problema del gol. Dobbiamo lavorare per far gol, è chiaro che se segna Frattesi dopo cinque minuti la storia cambia. La prossima volta lo farà…”

Positiva la prova di Gatti. “La squadra deve avere un buon bilanciamento. Nonostante il problema del gol negli ultimi sei mesi, nelle gare della nostra gestione abbiamo fatto più di 100 gol ma è vero che ultimamente abbiamo rallentato. Su Gatti, se l’ho fatto giocare è perché penso che possa diventare un bravissimo difensore per il futuro.Tonali? E’ ancora giovane, ha 22 anni, ma è uno dei migliori centrocampisti in Italia e per lui vale lo stesso discorso fatto per Gatti”.

Sugli inglesi non ha dubbi. “Sono “E’ un grande team con giocatori veramente bravi. E’ una delle favorite per la vittoria in Qatar”. 

Infine, ancora una prestazione superba per Pellegrini. Forse l’Italia ha trovato il nuovo…numero 10. “Pellegrini ha un suo stile di gioco, non è né Giannini né Totti. Per me può diventare molto più bravo perché fa tutte e due le fasi e fa gol. A volte perde palle che non dovrebbe perdere, ma se migliora quello e un altro paio di cose può diventare un calciatore strepitoso”. 

error: Content is protected !!
P