News

Lazio-Juve. Allegri: “Vittoria di sostanza”. Sarri: “Mancati negli ultimi dieci metri”

Nella foto: L'urlo di Massimiliano Allegri (ph: Fornelli/Keypress)

Se la gode Massimiliano Allegri, la vittoria dell’Olimpico. “Siamo stati bravi, loro hanno un palleggio che porta a snervarti. Non dobbiamo pensare che ora tutto va bene. Dobbiamo continuare a lavorare e migliorare. Il nostro obiettivo è vincere una partita alla volta”. Juve apparsa squadra molto umile. “Non è umiltà, è rispetto dell’avversario. Non ho visto una grande squadra vincere trofei con superficialità e supponenza. I cambiamenti tattici? A seconda degli avversari ci muoviamo. Oggi avevamo preparato una partita in un certo modo, poi si è fatto male Danilo ed è saltato in banco. Danilo? Non è il ginocchio, ma l’adduttore. Sta bene ma verrà valutato domani. La rabbia finale perché sul 2-0 non deve calare la concentrazione: in una situazione così, a poco dalla fine, non deve esserci un tiro in porta”. 

Mastica amaro Maurizio Sarri: “La squadra ha fatto quello che doveva fare, ha fatto la partita. E’ stata in partita fino a dieci minuti dalla fine. Nel tentativo di arrivare al pareggio ci siamo aperti e disuniti. Noi nei primi 30 minuti del secondo tempo non abbiamo preso neanche un contropiede. Abbiamo fatto una buona partita, purtroppo siamo mancati negli ultimi dieci metri. Oggi non era semplice perché abbiamo fatto un buon inizio di partita, poi ci siamo trovati sotto e la situazione si è complicata. Loro hanno cambiato modulo rispetto all’inizio con l’ingresso di Kulusevski e abbiamo trovato quel 4-5-1 basso. Era difficile anche se recuperavi palla trovavi sette-otto giocatori sotto la linea della palla. Era complicato. Abbiamo fatto bene, fino al 75′ non abbiamo concesso assolutamente niente. Ci è mancato arrivare ad essere pericolosi. Immobile? Avere un’alternativa ad uno che fa 30-35 gol all’anno è dura. E’ difficile anche da trovare un giocatore che ti garantisca il rendimento di Ciro”.



error: Content is protected !!
P