News

Champions, Juve a Malmoe per ripartire. Allegri: “Bisogna rimanere sereni”

Nella foto: Allegri (Foto Gino Mancini)

Augusto Riccardi

TORINO Per una Juve malinconica dopo il turbolento avvio in campionato, prende il via domani la Champions. Bianconeri nel gruppo H con Chalsea, Malmoe e Zenit San Pietroburgo. Girone non difficile con la Juve e i campioni d’Europa largamente favoriti per il passaggio alla fase ad eliminazione diretta. Domani in Svezia, il primo impegno, in casa del Malmoe. Allegri non si fida. “E’ una partita importante, dopo due anni sono anche un pò emozionato a tornare a far parte della Champions. E’ una partita difficile, in Europa lo sono tutte, e loro sono una squadra fisica. Poi penseremo a raddrizzare il campionato, ci vorrà un pò di tempo ma lo raddrizzeremo”.

Partire col piede giusto l’obiettivo della Juve, anche per cancellare i malesseri dello stentato avvio in campionato. “Bisogna rimanere sereni – aggiunge Allegri – Abbiamo fatto delle buone partite a tratti ma abbiamo pagato a caro prezzo degli errori individuali che nell’arco di una stagione possono starci, magari non tutti insieme. Dobbiamo continuare a lavorare con serenità e migliorare le cose che sono da migliorare. Sarà un torneo equilibrato, non c’è una squadra che può ammazzare il campionato e dobbiamo cercare nel giro di un mese, un mese e mezzo di rientrare nelle prime posizioni”.

Juve incerottata anche in Svezia dove mancheranno gli infortunato Bernardeschi e Chiesa. Infine, chiosa sul battibecco con Spalletti sabato sera a Napoli. “Ogni tanto con Luciano bisticciamo da bravi toscani ma non è successo niente”.
Col tecnico in conferenza stampa in Svezia c’era anche Leonardo Bonucci: “I momenti complicati nella stagione possono capitare, noi dobbiamo essere al di sopra e lavorare senza stare a parlare. Sappiamo cosa dobbiamo dare in più, c’è da fare squadra. Se affrontare una squadra più debole può essere un’arma a doppio taglio? Dobbiamo guardare a noi stessi non gli avversari – ha sottolineato -. C’è da portare a casa una vittoria che può essere un bivio della stagione, poi domenica ci sarà un’altra sfida importante – il riferimento alla gara col Milan – Noi esperti dobbiamo dare l’esempio in campo e fuori, dopo Napoli ha parlato Giorgio (Chiellini, ndr), adesso io. Abbiamo delle responsabilità nei confronti della squadra e della società. Dobbiamo crescere tutti velocemente. Dobbiamo dimostrare tutti ogni giorno di meritarci la maglia della Juve”.

error: Content is protected !!
P