News

Gattuso, nonostante tutto, il bilancio è negativo

Maurizio Carfizzi*

Non mi associo ai tanti corifei nostrani, oltre che nazionali, tanti giornalisti amici di Gattuso, che hanno cambiato idea o che continuano ad elogiare il buon Gennaro da Corigliano. Sono bastate qualche vittoria in più per far salire sul carro del presunto vincitore, tanta gente che fino a qualche mese fa voleva la testa di Gattuso. Per me e lo ribadisco, Gattuso ha buttato una stagione, non riuscendo a gestire le potenzialità di una rosa importante, con alternative che nessuna squadra ha, nemmeno l’Inter che è stata fortunata con Lukaku e Lautaro mai infortunati. Forse l’unica squadra che ha la stessa profondità della rosa è la Juventus ma che in panchina non ha un allenatore, ma un ex giocatore che col tutto il rispetto, oggi poteva fare gavetta allenando il Venafro in Serie D.

Napoli che ha trovato finalmente continuità nei suoi uomini migliori, con Zielinski diventato finalmente fondamentale nella posizione che da anni ormai dico essere la sua: trequartista dietro la punta e chi ha l’occhio clinico,come me, sa benissimo che quello è il suo ruolo. Determinante anche il ritorno di Osimhen che sta dimostrando di non essere un pacco regalo costato 80 milioni, come affermavano certi tifosotti del Napoli sui social, e un Fabiàn Ruiz tornato ai suoi livelli, pronto ad esplodere all’Europeo di giugno e forse ad un ritorno in Spagna tra Real Madrid e Barcellona.

Personalmente mi auguro il ritorno del Napoli in Champions e ce ne sono tutti i presupposti, ma spero vivamente che su quella panchina non si segga ancora Gattuso. Il mio sogno, è il ritorno di Maurizio Sarri, forse promesso sposo della Roma, ma nel caso in cui non dovesse concretizzarsi , l’unica soluzione è tra il rinnovamento di De Zerbi e l’esperienza di Spalletti. In ogni caso #ForzaNapoliSempre

*Tifoso Napoli, ex calciatore

error: Content is protected !!
P