News

Basta Ronaldo per battere la Roma: Juve terza

Massimo Ciccognani

TORINO La Juventus mette la freccia, basta la Roma nello scontro diretto, scavalca i giallorossi e si prende la terza piazza del campionato. Anticipo di giornata nel nome di Cristiano Ronaldo, perché è grazie al portoghese che i campioni la sbloccano e poi la chiudono con una sfortunata autorete di Ibanez nel tentativo di anticipare il portoghese. Finisce 2-0 allo Stadium, con la Juve che comincia a prendere quota in campionato, issandosi sul terzo gradino in attesa del Milan impegnato domani con il fanalino di coda Crotone. Dzeko reintegrato in gruppo c’è, ma parte dalla panchina, con Fonseca che concede fiducia a Borja Mayoral mengtre la fascia da capitano passa sul braccio di Cristante. Tre assenze pesanti nella Roma: Smalling, Pedro e Pellegrini, ma l’avvio dei giallorossi allo “Stadium” fa capire che la Roma c’è. I giallorossi occupano bene il campo e concedono nulla ai campioni d’Italia costretti ad abbassarsi. Partita inchiodata che si sblocca grazie ad una giocata di Cristiano Ronaldo. Palla morbida di Morata per il portoghese, che dal limite stoppa di destro con la suola dello scarpino e da fermo dal limite dell’area, infila all’angolino col sinistro. Pau Lopez battuto, 1-0 Juve, ma un po’ di cattiveria alla Roma in questa fase è mancata.

I giallorossi se la giocano e reagiscono, con una percussione di Villar stoppato in area da Rabiot, Orsato lascia correre, ma l’azione è viziata. Poi tocca a Cristante con una conclusione dal limite, ma la Roma non graffia. E allora la Juve torna a farsi sentire, con una scudisciata di Ronaldo che colpisce la traversa dopo la deviazione di Kumbulla. Nel finale Fonseca rimodula la Roma, inserendo Dzeko per Borja Mayoral, e Diawara e Carles Perez per Villar e Cristante, mentre Pirlo inserisce Kulusevski e Cuadrado. Scelte che confortano Pirlo visto che il raddoppio è confezionato dai due subentrati. Cuadrado la mette in mezzo per l’ex Parma, che chiama il tap-in di Ronaldo che però viene anticipato da Ibanez che in spaccata fredda Pau Lopez per il 2-0 definitivo. E più nulla fino alla fine, con la Juve che gestisce e porta a casa il terzo clean sheet consecutivo in campionato, pur con qualche preoccupazione per un problema fisico di Bonucci. Juve che mette la freccia e scavalca la Roma al terzo posto. Giallorossi con un buon atteggiamento, ma nel calcio, vince sempre chi segna.

error: Content is protected !!
P