News

Napoli, a Crotone per continuare a vincere

Francesco Raiola

Scende in Calabria il Napoli, nella terra di Gattuso, in un match fondamentale per la rincorsa ai primi posti del campionato in una partita dove gli azzurri sono condannati ad un solo risultato, i tre punti per dare conferme e continuita alla travolgente vittoria ottenuta domenica scorsa contro la Roma a Fuorigrotta.

Napoli che deve cancellare subito le tossine lasciate dall’ostica trasferta di Alkmaar, dove gli olandesi hanno messo in difficolta’ gli azzurri rimontando l’iniziale vantaggio di Mertens e sfiorando addirittura la vittoria su rigore, con Ospina grande protagonista che ha detto no allo specialista Koopmeiners, di cui si parla un gran bene osservato speciale dello stesso Giuntoli.

Gattuso che pero’ deve fare ancora a meno di Osimhen ancora out dopo i postumi della brutta lussazione subita in Nigeria con la nazionale. L’ex centravanti del Lille e’ fuori ormai da un mese e forse sara’ disponibile direttamente per il match contro l’Inter tra due settimane, saltando anche la sfida decisiva europea contro la Real Sociedad e quella al “Maradona” contro la Sampdoria domenica prossima. Recuperati finalmente gli ex positivi Rrhamani ed Hysaj , aggregati in gruppo.

A Napoli nel frattempo, stamane ufficializzato dal Prefetto il cambio denominazione dello Stadio San Paolo, nonostante le proteste di una parte della Curia napoletana, che da oggi definitavamente sara’ dedicato al Pibe de Oro. Momenti emozionanti anche alla Mostra d’Oltremare, dove e’ stata inaugurata la nuova fermata della metrolitana Cumana nei pressi dello Stadio, che sara’ anch’essa intitolata a Maradona. Presenti alla cerimonia il Presidente della Regione Vincenzo De Luca insieme ad Aurelio De Laurentiis e a Viktor Osimhen. Fermata tutta dedicata alla storia del Napoli con una serie di murales dedicati a tutti gli uomini che si sono resi protagonisti con la maglia azzurra, partendo da Maradona, passando da Pesaola, Sivori, Altafini, Krol, fino a Sarri, Mazzarri e agli eroi della storia recente come Hamsik, Lavezzi, Cavani e persino Higuain.

Importanti dichiarazioni a margine dell’evento di Aurelio De Laurentiis, tornato a parlare dopo la vicenda della sua positivita’ al Covid. Il Presidente in pratica ha ufficializzato il rinnovo di contratto di Gattuso, pronto alla firma prima di Natale, con gli avvocati che stanno limando gli ultimi dettagli, oltre ad incitare Osimhen a rientare prontamente dopo il lungo infortunio e a chiedere giustizia per il ricorso presentato alla Collegio di Garanzia del Coni, con la speranza di poter giocare la sfida con la Juventus, negata dal COVID e dall’ASL.

Tornando al match delicato di domani, probabili nuovi cambi rispetto al match contro l’AZ con la conferma del 4-3-3. Torna fra i pali Meret, con Di Lorenzo intoccabile a destra, centrali Manolas e Koulibaly con Mario Rui a sinistra. In mediana torna Bakayoko dopo l’espulsione rimediata contro il Milan con Zielinski ed Elmas, favorito su Fabian Ruiz a cui verra’ concesso un turno di riposo. In attacco torna Lozano sulla destra con Mertens ed Insigne.

Nel Crotone tornano tra i disponibili Benali sia Luperto, ex di turno dopo la squalifica. Solita difesa a tre che si trasforma in cinque per Stroppa, con Cordaz fra i pali, Magallan, Marrone e Luperto centrali, a sinistra Reca , mentre a destra ballottaggio Molina con Pedro Pereira. In mediana regia di Benali, con Petriccione e Vulic interni. In avanti la coppia formata da Simy e Messias, anche lui recuperato in extremis.

Fischio di inizio alle ore 18. Arbitro del match Marinelli di Tivoli.

error: Content is protected !!
P