News

Bologna a San Siro contro l’Inter. Mihajlovic: “Dicono che non c’è due senza tre….”

Robert Vignola

E’ un Bologna che ha fame, quello che domani sera affronta a San Siro l’Inter alle 20-45. Ed è un Sinisa Mihajlovic che sa bene di affrontare una seria candidata al titolo ma guarda positivo. “E’ vero, abbiamo vinto le ultime due trasferte a San Siro. Dicono che non c’è due senza tre, vediamo domani se è così o se è un’eccezione che conferma la regola”.

Lo spauracchio si chiama Lukaku. E soprattutto come fermarlo, per uno come Sinisa che da calciatore avrebbe gettato la spugna. “Non lo avrei fermato. E’ più forte, più veloce, più grosso di me. Magari su un ring lo avrei anche potuto fermare ma in un campo da calcio in cui non si possono fare colpi proibiti non avrei saputo come fare. A me preoccupa la partita nel suo contesto. Cosa fare per vincerla? Dobbiamo fare un gol in più, semplice. A me non ha mai preoccupato il gol subito. Io parto sempre in partita per fare un gol in più, poi se non lo prendo meglio. Io cerco di fare un gol in più dell’avversario e voglio giocare per vincere, poi se non lo prendi la partita non la perdi ma se ne fai uno in più la partita la vinci, perciò tra i due scelgo il male minore. Nelle ultime abbiamo subito meno, ma non è cambiato nulla. Stiamo giocando come prima, magari siamo stati più fortunati. Noi abbiamo subito gol a ogni tiro in porta, ma come avevo detto la ruota primo o poi sarebbe girata. Anche il Crotone con Simy poteva fare gol, e anche in quel caso sarebbe stato un tiro in porta e un gol. Altre squadre subiscono molto più di noi e non prendono gol, noi subiamo meno e lo prendiamo sempre. Basta guardare le statistiche che non rispecchiamo mai i risultati”.

E sul possibile cambio di modulo, cambia il tono della voce. “Ho provato un nuovo assetto solo per capire chi è che parla con i giornalisti, perché voglio trovarlo e quando lo trovo lo appendo al muro. Io non cambio modulo, l’ho fatto apposta e come tutte le volte è venuto fuori. Se c’è qualche giocatore che parla per mezzo voto in più o qualcun altro vedete cosa gli faccio”. Un Sinisa carico, gasato. Se lo sarà domani anche il suo Bologna, ci sarà di che divertirsi.

error: Content is protected !!
P