News

Il Napoli si prende il derby: 2-1 in rimonta a Benevento

Francesco Raiola

Vede le streghe il Napoli a Benevento, ma stavolta Gattuso le riesce a scacciare dopo essere andato sotto nel primo tempo con la prima rete di Roberto Insigne. Proprio Lorenzo rimette in carreggiata il Napoli e Petagna firma il ribaltone per la sua prima marcatura azzurra. Una partita emozionante firmata dai fratelli Insigne che permette così al Napoli di dimenticare l’AZ e continuare la scalata in classifica. Seconda volta al Vigorito in Serie A per Benevento e Napoli, in un derby che avrebbe meritato tutt’altra cornice di pubblico. Pochi cambi rispetto alla vigilia per i due tecnici. Modulo confermato per Inzaghi, con Montipò tra i pali, Letizia e Foulon esterni, Glik e Caldirola coppia centrale, mediana composta da Ionita, Dabo e Schiattarella, mentre in attacco occasione per Roberto Insigne con Caprari e Lapadula. Cambia qualcosa anche Gattuso con la conferma di Meret, Di Lorenzo e Mario Rui esterni, Koulibaly e Manolas centrali, torna Bakayoko centrale con Fabiàn Ruiz, mentre in attacco titolare Osimhen con il ritorno di Lorenzo Insigne insieme a Mertens e Lozano.Partita subito incanalata sul dominio territoriale partenopeo col Benevento che agisce di rimessa con un possesso palla però sterile senza grosse occasioni nella prima metà della prima frazione di gioco. Partita che si accende per una protesta del Napoli contro Doveri che non ravvede gli estremi del calcio di rigore per una spinta di Foulon su Lozano solo davanti a Montipò.  Ma l’arbitro lascia proseguire, ne il VAR  inteviene tra le proteste di Gattuso. Alla mezz’ora Benevento in vantaggio, azione  in contropiede di Lapadula che serve Roberto Insigne tutto solo davanti a Meret, dimenticato clamorosamente da Manolas che firma il suo primo storico gol in Serie A proprio contro il Napoli. Prova a reagire subito la squadra di Gattuso, ma Fabiàn Ruiz spreca una buona occasione in area tirando alto. Molto più pericoloso Lorenzo Insigne che conclude col suo classico tiro a giro ma Montipò risponde togliendo la palla dal sette salvando in corner. Pericolos anche Lozano sulla destra con Caldirola che devia sul palo il cross del messicano. Sull’angolo svetta Manolas che colpisce la traversa: Napoli anche sfortunato.  Primo giallo per proteste a Caprari. Pericoloso ancora Lorenzo Insigne nel finale ma il tiro è deviato in angolo ancora da Caldirola. Ripresa ch inizia senza cambi per Gattuso e Inzaghi. Incredibile inizio ripresa con gli azzurri che sfiorano due volte il pareggio sugli sviluppi di corner ma prima Insigne e poi Osimhen sono sfortunati sui rimpalli e il Benevento si salva, successivamente anche con il VAR che annulla il pareggio di Lorenzo Insigne. Prova il bunker subito Inzaghi togliendo Caprari e inserendo il difensore Tuia. Ammonito anche Foulon che atterra Lozano. Doppio cambio per Gattuso con Politano e Petagna per Lozano e Mertens. E subito dopo arriva il meritato pareggio azzurro con Insigne che stavolta di sinistro la mette all’incrocio con Montipò stavolta battuto. Prova subito a rimescolare le carte Inzaghi con gli ingressi di Improta e Sau per Dabo e Lapadula, oltre che quello di Maggio per Foulon. Vicinissimo alla doppietta Lorenzo Insigne che di testa la mette di poco alto sulla traversa. Vantaggio azzurro che arriva subito dopo con Petagna che appoggia in rete uno strepitoso assist di Politano. Perde  Bakayoko Gattuso che si fa male alla caviglia: dentro Demme. Ultimo cambio nel Benevento, con il giovane Di Serio al posto di Roberto Insigne. Proprio Maggio sfiora il pari di testa su cross perfetto di Letizia, ma Mario Rui salva deviando in angolo. Altro giallo nelle file sannita per Glik che ferma Osimhen in velocità. Forze fresche nel finale per Gattuso con Lobotka e Ghoulam al posto di Fabiàn Ruiz e Lorenzo Insigne. Maxi recupero di Doveri con sei minuti di recupero concessi. Altro legno nel recupero colpito dal Napoli con Politano che scheggia la traversa con una conclusione al limite dell’area. Assedio finale dellle streghe con Politano che si becca un giallo inutile causando un fallo dal limite dell’area con Montipò che arriva nell’area azzurra, ma Meret salva il Napoli deviando dal sette la punizione di Sau con il fischio finale di Doveri. Vittoria importante degli azzurri che rischiano e ribaltano una partita difficile contro un ottimo Benevento a cui il cuore non è bastato. Migliori in campo i fratelli Insigne da una parta e dall’altra, nel Napoli da rivedere Osimhen apparso nervoso con tanti errori tecnici commessi. Decisivi i cambi di Gattuso con Politano e Petagna che hanno risolto la partita. Impegno ora giovedì per il Napoli a San Sebastian contro la Real Sociedad e poi domenica prossima al San Paolo contro il Sassuolo, mentre il Benevento giocherà lunedi sera a Verona. 

error: Content is protected !!
P