News

Europa League: Roma brutta e vincente con il Gent (1-0)

Andrea Acali

Il palcoscenico europeo per lasciarsi alle spalle le tre sconfitte consecutive in campionato, i venti di crisi e continuare a credere nell’ultimo obiettivo di prestigio rimasto. La Roma era chiamata a rialzarsi nell’andata dei sedicesimi di Europa League all’Olimpico contro il Gent ma ottiene solo una vittoria striminzita decisa da Carles Perez che però non permette di dormire sonni tranquilli in vista del ritorno, soprattutto considerando la persistente latitanza del gioco.

Nell’undici iniziale Fonseca decide di puntare su uno dei nuovi arrivati, l’ex balugrana Carles Perez, e lascia fuori Kluivert, Mkhtaryan e Under. Sorpresa al centro della difesa: non c’è Mancini ma Fazio a far coppia con Smalling mentre a sinistra il portoghese rilancia Kolarov. L’allenatore danese dei belgi Thorup risponde con un 4-3-1-2 in cui il centrocampo è guidato dall’ex Udinese Kums mentre in attacco schiera la coppia Depoitre-David.

In un Olimpico semivuoto (o addirittura deserto, come nel caso della curva nord) ma con una nutrita rappresentanza di tifosi belgi, qualche fischio alla lettura delle formazioni per Kolarov e Cristante. Immancabili cori e insulti, invece, per Pallotta. Poi uno striscione che incitava tutti a metterci l’anima: “Fiore d’erbaccia nun ponno vive in maja giallorossa quelli che c’hanno er core sottotraccia”, filastrocca cara ad Angelino Cerretti, per 40 anni storico massaggiatore giallorosso.

L’As Roma è offerta dal Ristorante Le Streghe, via Tuscolana 643, ROMA

Gent subito aggressivo in pressing sui portatori di palla giallorossi  ma al primo affondo la Roma si rende pericolosa con un’apertura di Dzeko per Spinazzola e cross per lo stesso centravanti che non trova nessuno a raccogliere il suo colpo di testa. Col passare dei minuti la Roma alza il baricentro e passa in vantaggio proprio con Perez, servito da un lancio di Dzeko dopo un recupero a metà campo di Veretout. Ospiti pericolosi grazie a un rimpallo in area con Depoitre ma Pau Lopez blocca sicuro a terra. Kolarov sfiora il raddoppio con un tiro che cerca di sorprendere Kaminski dopo un’applaudita combinazione Perez-Pellegrini ma la palla sorvola di poco la traversa.

La partita non è bella, con le squadre molto corte e tanta densità a centrocampo. Nonostante il vantaggio la Roma è timorosa. Gent vicino al pareggio con un tiro da fuori del solito Depoitre che sibila alla sinistra di Pau Lopez poi è ancora il centravanti del Gent a rendersi pericoloso ma la sua botta è deviata in angolo. Brivido per i tifosi giallorossi quando un passaggio troppo morbido di Smalling permette ai belgi di innescare un pericoloso tre contro due ma Odjidja spara alto. Il primo tempo si chiude con la Roma in vantaggio ma con poche certezze e la sensazione di una squadra ancora impaurita, impacciata e senza trame di gioco accettabili.

La ripresa si apre con una ghiotta occasione per al Roma: punzione dal limite per un fallo su Dzeko e sul cross Smalling si vede respingere il tiro con i piedi da Kaminski. Poco dopo su un’azione analoga Cristante colpisce in pieno il palo . Poi Odjidja costringe Lopez a una bella parata in tuffo. La partita ora è più divertente: Carles Perez si invola sulla destra ma il suo cross non viene deviato mentre dalla parte opposta è ancora Odjidja a rendersi pericoloso. Poi è Depoitre a divorarsi il gol del pareggio a tu per tu con Pau Lopez su un lancio da sinistra. Ma quello del Gent assomiglia sempre più a un assedio da cui la Roma non riesce a venir fuori. Pellegrini appare l’ombra del giocatore ammirato nella prima parte della stagione e il solo Perez sembra avere nelle gambe la forza di portare qualche pericolo verso la porta avversaria. Dopo la girandola di sostituzioni un nuovo pericolo arriva da una punizione dell’onnipresente Odjidja che Pau Lopez trattiene in due tempi con difficoltà. Nel finale la Roma potrebbe raddoppiare: un bel dribbling di Santon consente a Kolarov di tirare ma Kaminski compie un miracolo e sulla ribattuta sventa su Mkhitaryan, poi l’ultimo tentativo di Perez. In Belgio ci sarà da soffrire.

 

 

ROMA – GENT 1 – 0

Marcatori: 12′ Perez

Roma (4-2-3-1)

Pau Lopez; Spinazzola (48′ Santon), Fazio, Smalling, Kolarov; Veretout, Cristante; Carles Perez, Pellegrini (78′ Mkhitaryan), Perotti (81′ Kluivert); Dzeko. All.: Fonseca

Gent (4-3-1-2)

Kaminski; Lustig, Plastun, Ngadeu-Ngadjui, Mohammadi; Kums (90′ Marreh), Owusu, Odjidja; Bezus (74′ Chakvetadze); Depoitre, David. All.: Thorup

Arbitro: Kabakov (Bul)

error: Content is protected !!
P