News

Pagelle Derby. Si esalta Under, Acerbi sicurezza. Flop Pau Lopez e Immobile

Cengiz Under, una partita di grande sostanza

di ANDREA ACALI 

ROMA
Il migliore

Under Finalmente i tifosi giallorossi sono tornati ad ammirare il giocatore che avevano imparato ad apprezzare e che sembrava ormai un ricordo sbiadito. Lulic avrà dovuto prendere un analgesico per farsi passare il mal di testa provocato dal turco che lo ha fatto letteralmente impazzire. Da applausi il dribbling con cui libera Kluivert nell’azione del rigore fischiato da Calvarese, decisione capovolta dopo un utilizzo del Var quanto meno dubbio sul piano regolamentare. L’esterno giallorosso prova più volte a “bucare” Strakosha ma senza fortuna. Ispirato

Il peggiore
Pau Lopez Se in altre circostanze il portiere catalano si è rivelato decisivo, questa volta commette un errore imperdonabile che permette alla Lazio di pareggiare in maniera a dir poco rocambolesca alla prima vera (e praticamente unica) azione dei biancocelesti. Per il resto ordinaria amministrazione, gli uomini di Inzaghi non tirano quasi mai in porta: il secondo attacco del campionato aveva le polveri bagnate, merito anche della retroguardia romanista che ha concesso poco o nulla. Distratto

LAZIO
Il migliore
Acerbi Difensore invalicabile, nel primo tempo mette a segno almeno tre chiusure su Under, Cristante e Dzeko che impediscono alla Roma di passare in vantaggio. Poi alla prima occasione per la Lazio approfitta della papera di Pau Lopez per siglare il gol del pareggio. Nella ripresa con la Lazio arroccata in difesa non si scompone e a dieci minuti dalla fine evita che un tiro di Under finisca nel sacco con una scivolata che poi Dzeko non riesce a ribadire in rete per un’ottima parata di Strakosha. Provvidenziale

Il peggiore
Immobile Dal capocannoniere del campionato ci si aspettava molto di più, soprattutto dopo l’erroraccio dal dischetto in Coppa Italia. E invece il centravanti biancoceleste non vede quasi mai la palla, schiacciato nella morsa di Smalling e Mancini che lo hanno praticamente annichilito. Forse lo scivolone di Napoli lo ha frenato mentalmente ma l’impressione è che stavolta la difesa giallorossa lo abbia sovrastato senza troppa fatica. Più che Immobile è sembrato impalpabile

error: Content is protected !!
P