News

Disastro Juve. Allegri: “Bisogna continuare a lavorare”

Nella foto: Massimiliano Allegri pensieroso (ph: Fornelli/Keypress)

L’amarezza è tanta dopo la sconfitta interna con l’Atalanta, ma Massimiliano Allegri prova a guardare oltre la siepe. “Analizzare la partita di stasera… Alla squadra ho detto di non essere delusi perché hanno fatto una bella prestazione. Abbiamo concesso poco e niente all’Atalanta, l’episodio può andare contro o favore. Stessa prestazione fatta con Roma, Inter e Fiorentina. Abbiamo avuto occasioni con Chiesa, anche stasera ne abbiamo avute cinque per fare gol. I ragazzi non è che non hanno gol nelle gambe, c’è troppa fretta e voglia di fare. Bisogna continuare a lavorare , nel calcio purtroppo queste cose succedono. La realtà è che in questo momento abbiamo 21 punti e da qui dobbiamo ripartire. Fino a qui quello che abbiamo fatto non è bastato. Stasera la squadra ha fatto una buona prestazione”.

E non hanno giovate le notizie sull’inchiesta plusvalenze. “La squadra si è isolata e poi oggi il presidente ha fatto un bellissimo discorso alla squadra. L’ambiente è tranquillo, poi ci penserà la società. Chiesa sicuramente è fuori è uscito dolorante al flessore, McKennie ha preso questo colpo al ginocchio e vediamo se si è girato. Lunedì torna De Sciglio, abbiamo di nuovo Bernardeschi e Chiellini. Sono momenti e bisogna lottare per vincere ogni anno. Ora siamo lontani, non dobbiamo pensare ma affrontare la realtà dei fatti. Il calcio è questo. Poi magari ciò che dico oggi tra 10 mesi vale il contrario”.

Allegri continua a ribadire che è un organico da titolo. “La classifica dice questo. Ho sempre detto che in campionato non c’è un valore assoluto. Bisognava avere dei punti di più, questo sì. Da dire questo a dire che la Juventus vinceva di sicuro il campionato ce ne passa. Siamo realisti, le cose vanno in un certo modo. Bisogna are più rabbia e meno delusione. Perché la rabbia fa dimostra che non siamo questi ma che siamo migliori. Io per primo”.

Kean e Morata poco incisivi. “Ho detto prima che chi ha giocato dall’inizio e chi è entrato ha fatto una buona prestazione. Bisogna prepararsi per Salerno dove ci sarà da battagliare. Un passettino alla volta, bisogna solo fare come stanno facendo i ragazzi. Morata ha giocato molto bene tanti palloni. In questo momento come sbaglia una palla, veniamo puniti. Il calcio è fiducia, manca un po’ di spensieratezza in una squadra di ragazzi che vorrebbero spaccare il mondo e invece vanno male alcune cose. Un po’ per demeriti e un po’ perché è così. Senza spaccarsi la testa, va accettato. Bisogna lavorare sulla prestazione. I fischi? I tifosi vanno ringraziati perché ci sono stati vicini. Normale che quando si perde i tifosi fischiano. Morata ha fatto una bella partita tecnicamente e fisicamente, non ho niente da rimproverare a nessuno”.

Il problema è che davanti la Juve non graffia. “C’è grande rispetto. L’Atalanta ha fatto una partita fisica, la loro prestazione è stata superlativa. Hanno vinto con un tiro? Questo è il calcio. Si può spiegare delle occasioni e del tiro, ma bisogna vedere cosa fare e migliorare la fase realizzativa. Sulle prestazioni in generale…Abbiamo sbagliato 2-3 partite con le medio-piccole”.

E adesso cambiano gli obiettivi. “Non abbiamo obiettivi, solo vincere a Salerno. Ritiro niente, io volevo dare giorno libero perché sulla prestazione non si può dire niente. Però i ragazzi volevano allenarsi quindi ci alleneremo”.

error: Content is protected !!
P