News

Gruppo F, la Francia vince in Germania e si conferma favorita

Francesco Raiola

Non si è Campioni del mondo per caso e la Francia di Deschamps lo dimostra nella serata di Monaco di Baviera battendo con scioltezza senza soffrire più di tanto la Germania di Joachim Low grazie ad un’autorete fortuita di Hummels, ma dando una grande dimostrazione di forza e di sicurezza fisica e mentale. L’orgoglio teutonico non basta a Neuer e compagni che provano fino alla fine a non perdere l’imbattibilità, ma non riescono a raggiungere un pareggio che forse sarebbe stato immeritato. Attacco delle meraviglie per Didì Deschamps che schiera per la prima volta Griezmann, Mbappè e il rientrante Benzema, con l’attaccante del Barcellona costretto ad un lavoro più oscuro e di copertura, mentre maramaldeggia Mbappè marcato a zona ( si fa per dire) dai tedeschi. Low rinuncia all’attaccante di ruolo schierando Muller come riferimento offensivo, insieme ad Havertz e Gnabry. Partita che va a sprazzi con le squadre che si rispettano e si temono: è di Mbappè la prima conclusione respinta non senza difficoltà da Neuer. Il match si sblocca al ventesimo quando Pogba indovina un assist di esterno al bacio che spiazza la difesa tedesca per Hernandez sulla sinistra, maldestro l’intervento di Hummels che per anticipare Benzema infila l’incolpevole Neuer. I tedeschi subiscono il colpo e non sembrano reagire al gol subito con la Francia che non approfitta e non affonda il colpo. Anzi i tedeschi rischiano di pareggiare all’inizio della ripresa con Gnabry che schiaccia di testa un assist dalla destra ma il pallone sfiora la traversa. Ottima occasione per la Francia poco dopo con Rabiot che si invola in velocità ma lo juventino non approfitta di una Germania presa in contropiede non servendo Griezmann tutto solo provando il tiro da posizione defilata, colpendo il palo ben coperto da Neuer. E’ ancora la Francia ad andare vicinissima al raddoppio, anzi trovandolo per ben due volte nel finale di gara, prima con Mbappè che indovina una giocata strepitosa e poi con Benzema ma in entrambe le circostanze, prima interviene l’assistente e nella seconda il VAR che ravvedono in entrambe le circostanze l’offside di Mbappè. Prova il tutto per tutto Low inserendo tutta la batteria offensiva con Sanè, Volland e Werner, ma i tedeschi non fanno nemmeno il solletico a Lloris e compagni che conquistano la vittoria nella gara più prestigiosa di questa prima fase degli Europei.

Francia che conferma così il ruolo di favorita degli Europei da campione del Mondo in carica, con il suo potenziale di altissimo livello in tutti i reparti con una mediana da favola composta da Pogba e Kantè che ha sovrastato Kroos e Gundogan che non sono proprio gli ultimi arrivati. Vittoria che consente alla Francia di agganciare in vetta il Portogallo che nel pomeriggio ha travolto l’Ungheria crollata nel finale. Sabato di scena a Budapest Ungheria-Francia, mentre sarà ultima spiaggio per la Germania che ospiterà il Portogallo di Cristiano Ronaldo.

error: Content is protected !!
P