News

Ciclone Osimhen sullo Spezia, Napoli travolgente

VICTOR OSIMHEN (Foto Gino Mancini)

Francesco Raiola

In attesa del razzo cinese in procinto di cadere in nottata sul Sud Italia, è invece quello nigeriano che travolge lo Spezia, con Osimhen che con la sua forza fisica dirompente è il protagonista della vittoria del Napoli in Liguria per 4-1, con la doppietta dell’ex Lille, condita dalle altre segnature di Zielinski e Lozano. Di Piccoli il gol della bandiera spezzino. Azzurri che cancellano il mezzo passo falso interno contro il Cagliari e tornano in zona Champions addirittura momentaneamente al secondo posto, in attesa dell’Atalanta e della sfida decisiva di domani a Torino tra Juventus e Milan, che necessariamente vedrà una delle due raggiunta o superata dagli azzurri.

Crocevia fondamentale della stagione nella prima storica in Serie A al Picco fra Spezia e Napoli. Sorprende Italiano che rinuncia alla punta di peso e schiera lo stesso attacco che sorprese il Milan di Pioli con Agudelo falso nueve: in porta Provedel, difesa a quattro con Vignali e Marchizza sulle fasce, Chabot e Ismajli centrali, in mediana Ricci con Estevez e Maggiore , in attacco insieme ad Agudelo, Verde e Gyasi. Nessuna novità rispetto alle indiscrezioni della vigilia per Gattuso che conferma Meret, con Di Lorenzo e Hysaj terzini, Manolas e Rrhamani coppia centrale, a centrocampo Demme e Fabiàn Ruiz, in attacco torna Politano con Zielinski e Insigne dietro Osimhen.

Primi minuti del match condizionati dal caldo con oltre venti gradi: subito ammonito Hysaj che ferma un bello spunto di Verde sulla sinistra, mentre gli azzurri si rendono pericolosi su un corner con Fabiàn che di testa buca da ottima posizione. Buona occasione per il Napoli per Osimhen che ruba palla a Vignali e ci prova col tiro a giro ma sfiora solo il palo. Gli azzurri però la sbloccano al quarto d’ora con una bella azione dalla destra firmata Di Lorenzo che serve Zielinski solo al centro dell’area che di prima non può sbagliare per il vantaggio del Napoli. Gli azzurri sono micidiali e dopo dieci minuti arriva il raddoppio: Zielinski serve Osimhen sul filo del fuorigioco, il nigeriano mette il turbo e davanti a Provedel non può sbagliare per il due a zero del Napoli. Ammonito anche Ricci per brutto fallo su Politano dopo la mezz’ora. Prima della fine della frazione di gioco arriva il terzo gol partenopeo sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti: Insigne trova Osimhen che scatta sul filo del fuorigioco tra la barriera, si gira e di prima intenzione buca Provedel. Gol confermato al VAR, posizione regolare del nigeriano alla prima doppietta con la maglia del Napoli che così sigilla il primo tempo con tre gol di vantaggio.

Prova a cambiare l’inerzia di una partita a senso unico, Italiano che gioca subito la carta Piccoli in attacco al posto di Verde, con Agudelo a trasloca a destra. Napoli subito vicino al quarto gol dopo una bella azione corale con Demme che da due passi da posizione angolata si vede dire no da Provedel che respinge con le gambe e poi è Politano a sprecare da ottima occasione dopo una bella discesa dalla destra tirando alto sulla traversa. Ammonito anche Estevez che ferma irregolarmente Insigne. Pericoloso lo Spezia con Piccoli che però al momento di tirare a botta sicura viene anticipato da un intervento perfetto di Manolas. Terzo giallo per i liguri per Vignali durissimo su Demme al limite del rosso diretto. Accorcia subito dopo con Demme fuori dal camp, però lo Spezia che trova il gol con il neo entrato Piccoli che ribadisce in rete una respinta di Meret su colpo di testa di Estevez sbucato tra i difensori del Napoli, con Gattuso su tutte le furie. Giallo anche per Osimhen nel Napoli, in una partita che improvvisamente si incattivisce. Entra anche Fariàs nello Spezia al posto di Gyasi, mentre Gattuso si gioca il doppio cambio Mario Rui e Mertens al posto di Hysaj e Zielinski. Dura pochissimo la partita di Mertens che subisce una distorsione alla solita caviglia destra e lascia subito il posto ad Elmas, mentre Lozano prende il posto di Politano. Dieci minuti finali anche per Acampora e Saponara per Estevez e Agudelo. La chiude però subito dopo il Napoli con Osimhen imbeccato sul filo del fuorigioco da Mario Rui, stavolta il nigeriano è generoso e serve Lozano tutto solo che trova il quarto gol partenopeo. Esce Osimhen nel finale, al suo posto Petagna in cerca di minutaggio. Quattro i minuti di recupero concessi da Irrati con Mario Rui che sfiora il quinto gol.

Napoli che ritrova brio, risultati e gioco al Picco in vista del prossimo match di campionato nel turno infrasettimanale al Maradona con gli azzurri impegnati in anticipo martedi sera contro l’Udinese, formazione che ha poco da dire oramai al campionato. Migliori in campo su tutti Osimhen, ma da elogiare anche la grande prova di Di Lorenzo e Demme. Magra consolazione per lo Spezia il gol di Piccoli, con i liguri che rischiano di essere risucchiati nella zona calda, in attesa dello scontro diretto di domani tra Benevento e Cagliari, impegnati mercoledì nel derby a Marassi contro la Sampdoria.

error: Content is protected !!
P