News

Napoli, la Champions passa per La Spezia

Nella foto: Insigne (Foto Gino Mancini)

Francesco Raiola

Non può permettersi più passi falsi il Napoli di Gattuso, dopo il jolly sprecato contro il Cagliari, capace di raggiungere gli azzurri al fotofinish al Diego Maradona domenica pomeriggio con Nandez che ha gelato la squadra partenopea incapace di blindare un risultato che avrebbe consolidato la zona Champions. Un risultato condizionato in parte anche dalla grave topica arbitrale che ha annullato il raddoppio di Osimhen nella ripresa per un veniale contrasto del nigeriano con Godin, apparso davvero inconsistente. Grave anche il mancato intervento al VAR di Mazzoleni che non ha ritenuto di intervenire magari invitando Fabbri all’ OFR. In ogni caso il Napoli ha fatto un brutto passo indietro rispetto alle ottime prestazioni degli ultimi mesi, soprattutto negli ultimi venti minuti, coincisi con la sostituzione di Osimhen per infortunio che ha penalizzato senza dubbio Gattuso. Brutta tegola per il Napoli anche l’infortunio di Koulibaly che nel finale di gara aveva accusato dolori muscolari, ma che essendo stati esauriti gi slot per le sostituzioni è stato costretto a rimanere in campo. In settimana il senegalese è stato sottoposto agli accertamenti medici che hanno evidenziato una distrazione muscolare che forse renderà disponibile il centrale azzurro solo per l’ultima gara contro il Verona al Maradona. A ciò si è aggiunto l’ennesimo caso di positività della stagione, stavolta per Maksimovic, che rende obbligate le scelte difensive per Gattuso per la gara di domani pomeriggio contro lo Spezia, che diventa cruciale per la corsa Champions, considerando lo scontro diretto di domenica tra Juventus e Milan.

L’unica buona notizia dall’infermeria arriva per Gattuso per le condizioni di Ospina finalmente recuperato dopo l’infortunio subito contro la Sampdoria, che potrebbe far scalare in panchina Meret, titolare nelle ultime partite. In difesa coppia obbligata Rrhamani-Manolas, inedita in questa stagione, sulle fasce conferma per Di Lorenzo, solito dubbio Mario Rui-Hysaj, stavolta con il portoghese favorito. In mediana conferma per Demme e Fabiàn Ruiz, mentre in attacco recupera Osimhen, con Insigne, Zielinski e Politano in vantaggio su Lozano a destra.

Nello Spezia a caccia di punti salvezza, Italiano deve rinunciare per squalifica a Nzola, decisivo all’andata quando i liguri espugnarono clamorosamente il Diego Maradona. Non perde mai la sua identità tattica lo Spezia che schiera il 4-3-3, con Provedel tra i pali, linea difensiva con Vignali e Marchizza esterni, coppia centrale Ismajli-Erlic, in regia Ricci con Estevez e Maggiore, mentre in attacco il posto centrale sarà preso dal talentuoso Piccoli, con Agudelo e Gyasi in vantaggio su Verde e Saponara.

Fischio di inizio al Picco alle ore 15. Arbitro del match il sig. Irrati di Pistoia che torna ad arbitrare il Napoli dopo quasi tre anni.

error: Content is protected !!
P