News

Roma a Firenze per dimenticare il Milan. Fonseca: “Ripartiamo”

L’As Roma è offerta dal Ristorante Le Streghe, via Tuscolana 643, ROMA

Obiettivo dimenticare il Milan, anche se la sfida di Firenze rappresenta un altro test probante per la Roma nonostante sia alle prese con i soliti problemi in difesa. “I numeri dicono questo, la squadra ha sofferto più di quanto vogliamo. Dobbiamo capire però una cosa, vediamo l’ultima partita. Quante volte il Milan ha creato pericoli? Noi siamo stati sempre equilibrati. Siamo noi a crearci problemi, facendo errori. Non è un problema organizzativo, ma di decisione o di perdere palloni in fase di costruzione. Noi dobbiamo capire se la squadra ha pressione e può giocare o no. Con il Milan non avevamo la loro pressione, ma abbiamo sbagliato. Stiamo lavorando per capire meglio questi momenti. Kumbulla è pronto per giocare e giocherà, Smalling sarà convocato”. Tra i pali, nessuna indecisione. “In porta gioca Pau Lopez”.

Davanti niente riposo per Mayoral. “No, giocherà domani. E’ vero che abbiamo avuto tante partite, ma il problema è che con tanti problemi con i difensori è difficile gestire gli altri come Mancini, Cristante, Karsdorp e Spinazzola. In questa gara cambieremo due o tre giocatori. Il calcio italiano è difficile per tutti gli attaccanti. Borja è giovane e sta arrivando ora. Se segna va tutto bene, se non segna va male. Io non posso vedere le cose così. Vale anche per Dzeko: se segna va tutto bene, se non segna non va bene”.

Unica cosa certa, la voglia di riscatto. “La squadra ha reagito sempre bene dopo le sconfitte, questo è positivo. In questi giorni la squadra non è entrata in depressione, come molti hanno fatto fuori. Domani possiamo vincere, perdere o pareggiare. Ho visto che la squadra ha capito cosa non abbiamo fatto bene, che dobbiamo migliorare in questi aspetti. Non siamo in depressione, magari molti fuori sì. In una squadra di calcio non si possono avere questo tipo di situazioni, dobbiamo migliorare e cercare di essere forti nella prossima partita. Domani c’è la Fiorentina, con un allenatore diverso dall’andata. Ieri Iachini, oggi Prandelli. Sono allenatori diversi, due grandi allenatori. Non è lo stesso affrontare la Fiorentina rispetto a quella dell’andata. E’ una squadra forte con grandi giocatori, non è stata regolare ma ha vinto con la Juventus 3-0 e può fare tutto. E’ una squadra che vuole avere la palla, esce bene in contropiede e non ho dubbi che domani sarà difficile per noi. Ma, come ho detto, in questi giorni ho visto una squadra che vuole lottare per i tre punti domani”.

error: Content is protected !!
P