News

Inzaghi carica il Benevento: “Roma top club, ma possiamo giocarcela”

C’è la delicata trasferta di Benevento sul cammino della Roma che ha ripreso a volare in campinionato ed ha ipotecato gli ottavi di Europa League. Proprio sulla stanchezza confida il tecnico Pippo Inzaghi. “Mi auguro che sia un vantaggio per noi e un fattore per portare a casa un risultato positivo. Ma stiamo parlando di un top club italiano, l’alternativa al titolare è sempre…un potenziale titolare. Dzeko, Pellegrini, Pedro e tanti altri sono calciatori veramente fortissimi. Ma io penso alla mia squadra, so che stiamo lavorando bene e sono estremamente fiducioso in vista di domenica. I giallorossi sono terzi in classifica con grande merito, in Europa League stanno facendo un percorso eccellente e in avanti hanno giocatori impressionanti. Ma il Benevento ha già fermato Lazio e Juventus, nessuno lo avrebbe mai immaginato. Proveremo a fare la stessa cosa anche con la Roma e con il Napoli, ricordando da dove siamo arrivati e che la classifica è di tutto rispetto. Non rilassiamoci, ma non dobbiamo avere timori reverenziali”.

La ricetta è semplice. “Per portare a casa risultati contro le big non potremo sbagliare nulla, ma nessuno parte con la volontà di sbagliare l’approccio. Basti vedere cosa è successo alla Juventus in Champions League contro il Porto. Ovviamente la Roma non perdonerebbe una falsa partenza, sta a noi mantenere un rendimento costante per 90 minuti e dare tutto quello che abbiamo. Potrebbe non bastare e ne siamo consapevoli, fondamentale sarà tornare a casa a testa alta, senza rimpianti e con ritrovate consapevolezze in termini di classifica e di atteggiamento. Siamo reduci da due ottime partite, sono convinto che col Bologna avremmo meritato di vincere. Sulla carta contro la Roma è la classica gara impossibile, ma abbiamo già sovvertito altri pronostici. Ionita trequartista? Vedremo, anche in base ai calciatori a disposizione. A centrocampo c’è grande concorrenza, vedrete che i cambi saranno determinanti. Ripeto, loro sono una grande squadra e serve la partita perfetta, sperando che loro non siano al massimo. Apprezzo molto Fonseca, un ottimo allenatore. Roma e Lazio giocano il miglior calcio in Italia, davanti hanno un potenziale stratosferico e non possiamo sbagliare nulla. All’andata, però, per settanta minuti li abbiamo messi in grossa difficoltà e potevamo anche andare in vantaggio. Non vediamo l’ora di scendere in campo per vivere questa gara ricca di emozioni”.

error: Content is protected !!
P