News

Mihajlovic: La Juve sempre squadra da battere”

Robert Vignola

Se Pirlo carica la Juve, non sembra da meno Mihajlovic. Che affronta la conferenza stampa della vigilia con un’antologia di siparietti con i giornalisti, un po’ di sana pretattica e tanta voglia di fare un risultato di prestigio in questa trasferta. Non senza volersi misurare proprio con l’antagonista sulla panchina bianconera: “Sono felice che Pirlo sia diventato allenatore, l’ho avuto come allievo a Coverciano: ora conosce tutti i miei segreti perché io non riesco a risparmiarmi, perciò dovrò cambiare qualcosa”.

La voglia di scherzare si specchia in quella di fare risultato: “La Juventus è sempre la squadra da battere, purtroppo da allenatore sono riuscito a vincere solo con il Catania, e sono stato licenziato due volte dopo una sconfitta al Milan e Torino. Speriamo che questa volta non mi esonerano. Sono fiducioso e convinto di poter vincere, come per tutte le partite”.

Assenti Santander, Medel e Mbaye (ma gli ultimi due comunque convocati), Mihajlovic dovrebbe scegliere una linea difensiva formata da De Silvestri, Danilo, Tomiyasu e Dijks, a centrocampo Schouten avrà al fianco uno tra Dominguez e Svanberg, Soriano avrà ai lati Orsolini e Barrow con Palacio davanti.

Calcio d’inizio allo Juventus Stadium alle 12.30 §(esclusiva Dazn), l’arbitro Sacchi da Macerata coadiuvato daVivenzi e Prenna e con quarto uomo Ghersini e addetti VAR Calvarese e De Meo.

error: Content is protected !!
P