News

Fiorentina, altri sei contagi da Civid-19

La Fiorentina ha reso noto che “a seguito dei controlli di laboratorio effettuati nel pomeriggio di ieri, sono stati identificati 3 atleti e 3 dello staff tecnico-sanitario positivi al Covid 19. La società ha provveduto come da protocollo a proseguire l’isolamento delle persone coinvolte. Domani mattina sono previste per il resto del gruppo le viste medico sportive propedeutiche all’inizio dell’attività facoltativa sul campo”. Si allunga dunque la lista di positivi, anche se ormai quasi tutti guariti, al Covid-19 in serie A. Il primo caso alla Juve con Daniele Rugani, seguito da Blaise Matuidi e Paulo Dybala – di ieri la notizia del tampone negativo anche per l’attaccante argentino -, poi fra le società più colpite la Sampdoria: prima Manolo Gabbiadini, poi altri, quindi Depaoli e Bereszynski che si sono “autodenunciati” via social mentre la società blucerchiata ha preferito non dare più notizie sui propri tesserati “onde evitare fughe di notizie ed inutili allarmismi” fino a comunicarne l’avvenuta guarigione lo scorso 23 aprile. Bersagliata anche la Fiorentina: nelle scorse settimane Commisso ha parlato di “8-10 casi” anche se ufficialmente sono stati resi noti solo quelli di Vlahovic (nella foto), Cutrone e Pezzella. Oggi il club viola ha aggiunto altre sei positività: tre riguardanti altrettanti giocatori ma senza specificarne l’identità e altri tre componenti dello staff tecnico-sanitario. Ieri, invece, il primo caso di coronavirus al Torino con la società granata che non ha reso nota l’identità spiegando che il calciatore “attualmente asintomatico, è stato posto immediatamente in quarantena e verrà costantemente monitorato”. In passato un positivo al Covid-19 anche al Verona, Mattia Zaccagni, uno all’Atalanta, il portiere Marco Sportiello, e due al Milan, il dt Paolo Maldini e il figlio Daniel.

error: Content is protected !!
P