News

Vita da casa. Fonseca: “Vorremmo finire la stagione. Pellegrini può fare il capitano”

Tranquillo in panchina Paulo Fonseca

Tempo di attesa per conoscere le modalità di una probabile ripartenza. Per tutti, anche per il tecnico della Roma Paulo Fonseca, costretto, suo malgrado, in casa. “Non è facile, passo il tempo con mio figlio e mia moglie, facendo sport, vedendo partite e giocatori. Abbiamo il tempo per tutti adesso – le parole del tecnico romanista a Sky -. E’ una situazione difficile, ma in questi giorni sono davvero orgoglioso delle iniziative del club in queste settimane, con la fondazione Roma Cares. La Roma è famosa in tutto il mondo per il legame con i tifosi e con la città e in questo momento è più evidente. Mi piacciono queste iniziative, non abbiamo solamente raccolto soldi, il club è stato operativo con gli ospedali e le strutture in difficoltà, acquistando mascherine e materiale sanitario. In queste ultime settimane mi è piaciuta molto l’iniziativa del club per gli anziani, ai quali ha dato materiali sanitari e prodotti alimentari. Hanno fatto cose incredibile per me, sono davvero orgoglioso”.

Ristorante Le Streghe, via Tuscolana 643, Roma

Su di lui si è espresso anche Francesco Totti e Fonseca ne tiene giustamente conto. “Ovviamente sono molto contento delle sue parole, è una leggenda e avere questo riconoscimento per il lavoro sviluppato è importante. Mi piacciono molto le sue parole. In quanto alle parole espresse da Totti su Pellegrini (“è un predestinato per la fascia da capitano”), penso proprio di sì. Penso che Lorenzo ha un carattere forte per essere il capitano. In questo momento abbiamo Dzeko, ma penso che in futuro Pellegrini ha tutte le qualità per essere il capitano della Roma, come ha detto Totti”.

Senza campo, difficile interlocuire con il resto della squadra. “In questo momento parliamo sempre con i giocatori. Loro hanno un lavoro individuale che abbiamo programmato. È importante controllare ciò che stanno facendo, per questo analizziamo il peso e la loro alimentazione. È importante sapere anche come si sentono a casa, molti di loro sono soli in questo momento. Fondamentale avere queste informazioni per lavorare con loro. Zaniolo? Ho parlato con il dottore e le indicazioni sono molto positive. Penso che stia recuperando molto bene. Per quanto riguarda il resto, il tempo che occorrerà per ritrovare la forma, credo sia difficile stabilirlo, dobbiamo pensare a diverse cose in questo momento. Quando ripartirà il campionato e quando inizieremo la prossima stagione. Sono informazioni fondamentali per programmare il lavoro, ma credo che ai giocatori non servirà molto tempo per riprendere la forma, perché i giocatori non si sono fermati. In poche settimane saremmo pronti per riprendere a giocare. In questo momento la salute di tutti è al primo posto ed è difficile pensare al resto. Dobbiamo capire quando avremo tutte le condizioni per riprendere, ma la salute è più importante”.

Ripresa in estate? “Sì, penso che se ci siano le condizioni sia importante finire il campionato. Ed anche per quanto riguarda le coppe, il possibile campo neutro per chiudere la stagione, penso che ora tutte  le ipotesi sono valide. Mancano ancora molte partite tra campionato e coppe europee. Dobbiamo cercare la migliore condizione possibile. Riduzione degli ingaggi? Penso che dobbiamo essere pronti per aiutare in questo momento difficile. Nella Roma, allenatore e giocatori siamo pronti ad aiutare. Dobbiamo essere sensibili, è un momento troppo difficile per tutti”.

error: Content is protected !!
P