News

C’è il Bologna: stavolta niente scherzi

Stefano Sale *

L’avevo detto dopo il derby.  Attenzione a non abbassare la guardia, ai soliti cali di concentrazione.  Ma poi capisco che questa è una storia vecchia, detta e ridetta, che ci portiamo dietro da troppo tempo. Insomma, siamo cosi recidivi che ormai dirlo non serve piu’ a nulla.  Passano i giocatori, allenatori, dirigenti e presidenti. E solo quando è arrivata gente con la giusta mentalità vincente certe cose sono cambiate. E’ stata la Roma peggiore dell’anno, solo la settimana prima la migliore dell’anno. Tanti palloni persi a centrocampo, tanti contropiedi subìti dal Sassuolo, una prestazione scioccante.  Tre gol presi nel primo tempo, un altro invece nella ripresa: una Roma inguardabile e lontana parente di quella vista domenica scorsa contro la Lazio. Appagati? o solamente sottovalutato l’avversario?  Questione mentale, dice Fonseca. Ma da chi dipende? chi li deve motivare? chi li mette in campo? Evidentemente non aveva capito come gioca il Sassuolo, squadra offensiva che riparte in velocità con tanti uomini. Superiori in ogni reparto. Mancini, Cristante e Santon, i peggiori in assoluto per i tanti errori. Ma anche tutti gli altri. Forse Spinazzola è quello che più si e’ impegnato, e Dzeko quello più frustrato dal comportamento dei compagni. Un 2020 terribile finora.  Altra opportunità buttata, per stare attaccati alle prime tre di vertice. E  meno male che  l’Atalanta frena, ma le altre davanti ormai sono irrangiungibili. Il quarto posto è a rischio. Ci sarà da battagliare coi bergamaschi, ma se continuamo a perdere punti così c’e il rischio che verremo risucchiati anche da chi ci insegue. Non resta che battere il Bologna nell’anticipo prima dell’Europa League col Gent. Senza parlare della campagna acquisti di gennaio, che porta tre giovanotti di belle speranze, ma non veri ricambi, pronti subito. Per non parlare di Kalinic, il vice Dzeko ma che non gioca mai, neanche quando non c’è nessuno. Ma a cosa serve? Perche non hanno preso uno qualsiasi in prestito, magari gradito al tecnico?  Intanto lil nostro ex terzino-capitano è improvvisamente risorto a Valencia. In prestito secco.  Vedo un Petrachi un pò confuso, oppure semplicente legato a certe dinamiche di mercato. Vedremo.  Intanto diamoci una mossa!  Sempre Forza Roma.

* Roma Club Dublino, tifoso Roma

error: Content is protected !!
P