News

Roma, ecco Diawara: “Orgoglioso di essere qui. Obiettivo, tornare in Champions”

A Trigoria, casa Roma, è stato il giorno di Amadou Diawara, il nuovo centrocampista prelevato dal Napoli. A fare gli onori di casa e presentare il nuovo acquisto, Morgan De Sanctis: “Amadou Diawara è un giocatore che è stato per tutta la carriera in Italia. Siamo felicissimi che sia arrivato qui. Un centrocampista moderno, completo. Abbina qualità tecniche e ha delle caratteristiche di interdizione che secondo la nostra valutazione mancavano al centrocampo. Siamo convinti che possa dare un grande contributo alla nostra squadra. Perdipiù i numeri dell’operazione lo testimoniano, è stato un giocatore voluto dalla Roma”

Ed eccolo il neo romanista. “Sono arrivato motivato, in una grandissima squadra, non lascerò mai niente, penso di dare tutto per aiutare la squadra ad arrivare dove merita. Non sono venuto prima per la volontà di Dio. L’importante è essere qui, essere motivato. Voglio fare bene. L’obiettivo è andare in Champions League. Roma e Napoli sono entrambe grandi squadre, quest’anno potremo fare una grande stagione”.

Raccogliere un testimone importante, quello lasciato dai vari Nainggolan, Strootman, De Rossi “Questi sono giocatori veramente forti, Strootman e Nainggolan li ho visti giocare, li ho affrontati da avversario, mi hanno messo molto in difficoltà. Sono ancora giovane, spero di dare il massimo in ogni allenamento per fare quello che hanno fatto qua e, perché no, superarli”.

Si propone per un centrocampo a tre, ma non disdegna altre soluzioni. “Sicuramente nel centrocampo a tre sono più abituato a giocare. Ma mi adatto in entrambi i modi, l’importante è fare quello che chiede il mister per bene e aiutare la squadra. Vedendo le squadre che ha allenato il mister, so che i centrocampisti sono importanti per uscire palla al piede. Quando mi ha chiamato il mister è stata un’emozione, sono onorato di essere allenato da lui. Fisicamente sto bene, ma ho tagliato le vacanze per tornare velocemente, per conoscere velocemente i nuovi compagni e l’allenatore. Mi aiuterà sicuramente a non lasciare le partite che avevo nelle gambe in Coppa d’Africa. Sto molto bene, penso di riuscire a essere al meglio per l’allenamento di oggi. A chi somiglio? Non lo so. Kanté è un giocatore di altissimo livello. Non posso dire di assomigliargli. Il mio idolo è Touré, mi vedo più in lui. La Roma mi cercava da tempo e penso che sarei arrivato anche senza la trattativa Manolas. L’allenatore mi voleva, sono stato voluto fortemente dalla società, la ringrazio molto per la fiducia, spero di ripagare la fiducia al meglio”.

Infine l’Olimpico, conosciuto da avversario. “Mi ha fatto impressione vedere i tifosi. Posso solo dir loro che posso dare il massimo ogni allenamento per dare loro soddisfazioni”.

 

 

error: Content is protected !!
P